Rientro a scuola in Campania. Come è stato vissuto da studenti e insegnanti?  

Rientro a scuola in Campania. Come è stato vissuto da studenti e insegnanti

Un rientro a scuola, quello di questo settembre 2020, insolito ma tanto agognato dagli stessi studenti.

È il 24 settembre 2020 e molti ragazzi campani tornano per la prima volta dopo oltre sei mesi tra i banchi di scuola… molti, non tutti, perché affinché fossero rigorosamente rispettate le vigenti norme anti COVID, gli istituti didattici hanno preferito rimandare alcuni rientri al 28.

Il clima che si respira all’ingresso dei diversi istituti è teso: per evitare assembramenti le classi accedono ad orari scaglionati, non ci si può abbracciare o scambiare alcun gesto di affetto anche se ci si rivede dopo così tanto tempo, la mascherina nasconde i sorrisi di compagni ed insegnanti e il perentorio metro di distanza non aiuta a placare lo stress.

Innumerevoli sono le regole da rispettare ed esemplari le sanzioni in caso di trasgressione.

I corridoi sono vuoti e silenziosi, nelle aule si abbassa la mascherina ma ci si mantiene a netta distanza: i banchi sono tutti singoli e lontani dalla cattedra.

Tutto ciò, però, non frena l’eccitazione degli studenti che mai sono stati così felici di ritornare a scuola.

Tutti, grandi e piccini, sono perfettamente consapevoli di quanto sia prezioso e fragile questo ritrovato tassello di normalità e sono determinatissimi, forse anche più degli adulti, a tutelarlo.

L’assoluta priorità di studenti e insegnanti è quella di vivere questo anno scolastico in sicurezza, impegnandosi costantemente nel rispetto delle norme al fine di scongiurare il pericolo di una seconda chiusura.

Molti sono, infatti, i ragazzi, i genitori e i docenti che temono un completo ritorno alla didattica a distanza che, oltre ad aver significativamente influito sui livelli di attenzione e apprendimento, ha anche minato ai rapporti umani che in questo momento, seppur con le dovute precauzioni, si è finalmente ritornati a coltivare.

Non resta altro che sperare che questi propositi siano generalmente rispettati e portino i loro frutti.