Riparte il piedibus alla De Amicis in Corso Giannone e via Mazzini. Genitori ed alunni contro il traffico cittadino

Immagine di repertorio: bambini e autisti impegnati nel piedibus presso il plesso di via Montale

Il Piedibus ancora al centro delle iniziative per la mobilità sostenibile di Caserta. La prima scuola in cui sta per ripartire dopo un lungo periodo di inattività causa covid è l’I.C. De Amicis, con i plessi sia di Corso Giannone che di via Mazzini. Dopo un intero anno i volontari, gli autisti e gli attivisti di Caserta Città Viva, protagonisti da sempre di questo importantissimo progetto gratuito, questa mattina si sono recati a presentarlo in tutte le classi.

Il video pubblicato anche sulla pagina del Piedibus Caserta, è una semplice e accattivante testimonianza di come funziona e cosa si propone di fare il progetto, vera rivoluzione della mobilità cittadina.

Nelle ultime settimane intanto si sono susseguiti gli info point all’esterno dei plessi della De Amicis, di S. Agostino e della Don Milani di Parco Degli Aranci.

“Abbiamo conosciuto tante famiglie nuove  – raccontano i volontari – e incontrato tante altre che da anni ci conoscono e hanno sposato il nostro progetto gratuito!

Il Piedibus è oggi uno degli strumenti più potenti per abbattere traffico, smog e assembramenti e, grazie al nuovo sito internet www.piedibuscaserta.it, sarà possibile compilare l’iscrizione comodamente online”.

Il 30 settembre il Comitato Caserta Città Viva ha inoltre presentato la proposta di STREET SCHOOL (strada scolastica chiusa al traffico nei 20 minuti di orario di entrata e di uscita da scuola) alle famiglie dell’I.C. Terzo Circolo nel quartiere Acquaviva.

La Storia
Il Progetto gratuito di accompagnamento a piedi dei bambini da casa a scuola esiste in tutta Italia. A Caserta, è partito nel 2009 all’Ic Ruggiero 3 Circolo e da allora si è diffuso in 4 istituti comprensivi e 9 plessi di scuola elementare, coinvolgendo fino a 300 famiglie e 100 volontari. Funziona come un bus: nel raggio di 1 km attorno alla scuola, vengono installate fino a 20 fermate, con orari stabiliti.

Il Piedibus è più di un semplice camminare a piedi: riduce smog e inquinamento, favorisce la socializzazione e l’educazione stradale, previene alcune patologie infantili. Migliora concretamente le strade della città: grazie all’attivismo delle famiglie e alla rete con scuole e Comune, parte dei proventi delle multe viene usata per mettere in sicurezza i percorsi pedonali (pavimentazione dei marciapiedi, strisce pedonali, abbattimento barriere architettoniche, arredo urbano pericolante).

In questi giorni volontari del Piedibus sono davanti alle scuole alle 7.30 del mattino all’ingresso e alle 12.00 all’uscita per parlare con i genitori o con chi per loro e potergli spiegare i benefici della pratica Piedibus.

Per chi voglia saperne di più o iscriversi presso la propria scuola come “Autista” volontario troverà informazioni e Modulistica a questo link Facebook https://www.facebook.com/groups/303182290553298