Riposo forzato per la Casertana, la classifica dopo le gare delle dirette concorrenti

Foto: Lapresse

Domenica di riposo forzato per la Casertana, costretta ad osservare un turno di sosta nella 23 giornata del girone C, la quarta di ritorno. Mancano ancora 15 partite al termine della stagione regolare e i rossoblù hanno il destino nelle proprie mani, ma data la difficile situazione di classifica per i falchetti iniziano a diventare importanti anche i risultati delle dirette concorrenti per la salvezza.

Il bilancio di questo turno è tutto sommato positivo perché nessuna delle squadre posizionate appena sopra i falchetti e invischiate nella zona calda della classifica è riuscita a vincere. Al momento la Casertana è 17esima e considerato che ai playout andranno le ultime 4 (dalla 16esima alla 19esima, l’ultima classificata retrocede direttamente solo in caso di distacco dalla sedicesima superiore ad 8 punti) la situazione appare delicata.

La classifica però per fortuna è molto corta e tra la Casertana e la Reggina tredicesima ci sono solo 4 punti. Hanno mosso la classifica in questa giornata la Fidelis Andria (che proprio la settimana scorsa aveva agganciato i falchetti nello scontro diretto), la Sicula Leonzio e la Reggina, che hanno pareggiato 1-1 rispettivamente contro Cosenza, Monopoli e Matera. Ha vinto invece la Paganese, che con la vittoria casalinga contro l’Akragas si è portata a 19 punti, due in meno  rispetto ai falchetti. Per la Casertana sarà fondamentale vincere la prossima gara in trasferta (domenica 4 febbraio alle 14.30) proprio contro l’Akragas: gli agrigentini, fermi a 10 punti anche per via dei tre di penalizzazione, sembrano destinati a restare ultimi ma di certo faranno il massimo per rendere la vita difficile ai rossoblù e giocarsi le residue chance di risalire la classifica.

Il decimo posto che vale i playoff e che è attualmente occupato dalla Juve Stabia dista otto punti, ma pensare ad un traguardo simile oggi sarebbe pura utopia data la grande discontinuità della squadra, che spesso pur giocando bene e creando occasioni si ritrova ad uscire dal campo senza punti. In attesa di capire se in questi ultimi giorni di mercato arriveranno altri rinforzi, al tecnico Luca D’Angelo non resta che preparare i suoi per affrontare nel migliore dei modi questi bollenti ultimi mesi di campionato.