Rissa e coltellate nel cuore di Baia Domizia, cinque i giovani indagati

Baia Domizia (Caserta) – Violenza e sangue nella notte tra sabato e domenica nel centro di Baia Domizia, preso d’assalto per il weekend da migliaia di persone provenienti principalmente dalle province di Caserta e Napoli. Nella zona in cui si concentra la movida giovanile si è verificata una rissa molto accesa che ha visto contrapposti due gruppetti di ragazzi provenienti da Marcianise e Casal di Principe: a scatenare il diverbio iniziale, trasformatosi poco dopo in una zuffa selvaggia, sarebbero stati uno sguardo di troppo o i complimenti eccessivi ad una ragazza.

I giovani, una decina in tutto, hanno iniziato a picchiarsi, poi qualcuno di loro ha sfoderato dei coltelli seminando il panico tra i tanti presenti: alla fine sono rimasti accoltellati agli arti inferiori cinque giovani, trasportati all’ospedale San Rocco di Sessa Aurunca. Si è temuto il peggio e molte persone, non essendo perfettamente informate sulla situazione, erano in apprensione.  Tutti i feriti  per fortuna sono stati dimessi nella giornata di domenica con prognosi intorno ai 7 giorni. Gli agenti del Commissariato di Sessa Aurunca hanno ascoltato alcuni dei protagonisti della rissa e stanno cercando di ricostruire la dinamica e di individuare tutti coloro che hanno partecipato al gravissimo episodio.

Cinque persone sono già nell’elenco degli indagati per rissa aggravata e lesioni ma a queste potrebbero aggiungersene altre. Intanto nelle ore immediatamente successive alla rissa si è diffusa con insistenza una voce secondo la quale un giovane sarebbe stato accoltellato a morte durante la rissa: la presunta notizia si è poi rivelata assolutamente falsa e non ha fatto altro che far preoccupare ancora di più tutte le persone che avevano un figlio, un amico o un parente coinvolto nella rissa.