Ristoranti e pizzerie aperte al pubblico da domani: Napoli promuove un flash mob per ricordare vittime ed eroi

Riaprono al pubblico ristoranti e pizzerie in Campania: domani alle 12 il lungomare di Napoli celebra vittime ed eroi

Tra non poche difficoltà e perplessità su modalità e regole anti contagio da rispettare, domani in Campania riapriranno al pubblico tutti gli esercizi di ristorazione che, ad oggi, hanno dovuto accontentarsi del delivery o del servizio da asporto.

E i ristoranti del lungomare Caracciolo di Napoli hanno deciso di celebrare il momento con un minuto di raccoglimento dedicato alle vittime del Covid 19 e con un applauso rivolto a medici e infermieri  che hanno salvato migliaia di vite dalla morsa del virus.

E così alle 12 in punto, prima di servire il pranzo, clienti, camerieri, pizzaioli, cuochi e gestori dei locali si metteranno in fila, fianco a fianco, davanti ai ristoranti e daranno vita all’iniziativa.

Non solo: Napoli e tutta la Campania hanno voglia anche di applaudire i cittadini che hanno saputo dimostrare rispetto delle regole e solidarietà senza limiti, divenendo ancora una volta l’esempio da seguire per molti.

Guardata con preoccupazione all’inizio della pandemia, infatti, la più grande conurbazione d’Europa non ha mai staccato lo sguardo dalle curve di contagio che interessavano le regioni del Nord Italia, consapevole del fatto che simili numeri la Campania non avrebbe mai potuto affrontarli sia per carenza di strutture sanitarie sia per la difficoltà di arginare l’aumento esponenziale del contagio lì dove il numero di abitanti per chilometro quadrato è il più alto in Europa.

Eppure la solidarietà non si è mai fermata, e l’aiuto alle persone in difficoltà ha trovato il modo di esprimersi anche nei giorni bui del lock down.

Tra queste la più battuta dai media nazionali ed esteri è stata quella del “paniere sospeso”, frutto della creatività tipicamente napoletana e figlia del “caffè sospeso” che a Napoli rappresenta lo sguardo ai più bisognosi da secoli.

E così come si lascia un caffè pagato al bar affinché anche chi non può permetterselo può goderselo, il paniere sospeso si lascia appeso ai balconi affinché “chi può metta, chi non può prenda”.

E po la Campania ha un altro applauso da dedicare: quello agli ospedali di eccellenza che, nonostante le difficoltà, hanno brillato per efficienza, per numero di contagi zero, e per cure anti Covid che si sono rilevate degne di considerazione da parte dell’Agenzia italiana del farmaco (AIFA).