I ristoratori bloccano l’autostrada. Code di chilometri sulla A1 direzione Roma, tra Capua e Caianello

I ristoratori bloccano l'autostrada. Code di chilometri sulla A1 direzione Roma, tra Capua e Caianello

Da ore ristoratori, imprenditori, baristi e fornitori hanno bloccato l’autostrada A1, tra lo svincolo Capua e Caianello,  per protestare contro le chiusure e le restrizione imposte dal Governo per fronteggiare l’emergenza Covid 19.

E mentre è già di svariati chilometri la coda di macchine bloccate in direzione Roma, i manifestanti continuano a gridare la loro rabbia coinvolgendo nel dialogo anche gli stessi automobilisti bloccati.

“Desideriamo soltanto riprendere le nostre attività di ristorazione e consentire a tutto il mercato indotto e ai lavoratori che ruotano intorno a noi di proseguire a vivere – spiegano i manifestanti -perché oggi non viviamo più”.

Chiedono al Governo di farli lavorare: “Chiediamo soltanto questo. Lo facciamo nel rispetto delle misure precauzionali e quindi non comprendiamo questo accanimento sul nostro settore. I ristori sono insufficienti e non ci danno dignità. Noi non li vogliamo”.

protesta ristoratoriIntanto sono tanti i rappresentanti del settore di Napoli, Caserta e delle altre province che stanno manifestando pacificamente, sotto l’hashtag #iostoconiristoratori, sull’autostrada che va verso la capitale in segno di protesta per le restrizioni e chiusure anticipate.

“Abbiamo bisogno di una programmazione, mentre oggi si continua a navigare a vista con decisioni prese da un giorno all’altro. Il governo non può continuare ad infierire contro di noi, contro un comparto che genera un indotto radiale senza eguali e che dà lavoro a migliaia di famiglie”.