Roberta Bruzzone a Caserta per partecipare all’evento “Resta Viva” organizzato dal Club Inner Wheel

Roberta Bruzzone a Caserta
SANCARLO50-700
SANCARLO50-700
previous arrow
next arrow

Giovedì pomeriggio alle ore 16.30, Roberta Bruzzone giunge a Caserta per partecipare all’evento organizzato dal Club Inner Wheel Caserta Terra di Lavoro con il patrocinio del Comune di Caserta. L’attesa è stata tale che il Teatro Comunale del capoluogo è già esaurito.

Quest’incontro rappresenta un’opportunità per riflettere, imparare e cercare di agire contro chi pensa di poter gestire corpo, pensiero e vita della donna. Davide Guerriero e Fabbrica Wojtyla regaleranno il loro contributo artistico attraverso momenti teatrali, mentre la giornalista Nadia Verdile modererà l’evento.

Bruno-Cristillo-Fotografo
simplyweb2024-336
Bruno-Cristillo-Fotografo
previous arrow
next arrow

“Resta viva, questo il tema dell’incontro – spiega Gabriella Amato, presidente del Club organizzatore – è l’esortazione derivata dalla poesia di Virginia Woolf, alla libertà di gestire la propria vita senza condizionamenti. Ma come riconoscere che si stanno subendo condizionamenti o manipolazioni al punto di rischiare la vita? Per dare risposte concrete abbiamo organizzato un incontro con la dottoressa Roberta Bruzzone, nota criminologa, su come individuare i narcisisti maligni e come comportarsi in tali casi. Ma sarà importante capire anche quali sono gli strumenti che in autonomia le donne hanno per farsi aiutare attraverso i centri antiviolenza e le postazioni di polizia esistenti sul territorio.”

“Non ultimo – aggiunge la Amato – un riferimento alle norme esistenti a tutela dei maltrattamenti e del femminicidio in Italia e la loro applicazione efficace. Con noi ci saranno anche l’avvocato Vincenzo Iorio, presidente del Rotary Club Caserta Terra di Lavoro 1954 e l’avvocata Rossella Luglio della Cooperativa sociale Eva. Il nostro Club, con questo incontro, si unisce all’indignazione verso il fenomeno della violenza contro le donne e spera di dare un aiuto concreto a chi è in difficoltà”.

Non si può negare che questo evento sia un’importante occasione per la comunità e testimoni il crescente interesse nei confronti della lotta alla violenza di genere. Resta viva la speranza di uno sviluppo sempre maggiore nella sensibilizzazione e nella lotta contro la violenza e le discriminazioni di genere.