Romeo Normanna Aversa batte Florigel Andria: confermato il secondo posto in attesa del big match con Ottaviano

Ancora una volta la Romeo Normanna Aversa conquista i meritati tre punti dopo un primo set e parte del secondo in cui è costretta ad inseguire. I gialloblu hanno saputo reagire alla falsa partenza, chiudendo l’incontro in crescendo e non lasciando ulteriore spazio alla Florigel Andria. Al big match di sabato prossimo in casa della Gis Ottaviano gli aversani arrivano confermando il secondo posto e dopo cinque vittorie consecutive. Antimo Del Prete si mostra tranquillo. «I ragazzi sono sereni. Hanno reagito alle avversità della gara e agli errori, e chiuso il match esprimendo un gioco di alta qualità. Attendiamo questa finale con Ottaviano. Conosciamo la forza dei nostri prossimi avversari e abbiamo una settimana di tempo per preparare la partita. Lo faremo, come sempre, con il massimo impegno, ma senza eccessiva ansia».

PRIMO SET – Inizio contratto della Romeo Normanna che lascia scappare gli ospiti sul +3 (3-6). La diagonale di Lorenzo Bonetti rimette tutto in parità (7-7). La partita prosegue sul filo dell’equilibrio, con i gialloblu che hanno qualche difficoltà in ricezione. Anche il muro aversano non trova i tempi giusti per stoppare gli attacchi dei pugliesi. Tutto ciò consente alla Florigel Andria di riportarsi in vantaggio. Sul 9-12, la panchina normanna chiama il primo time-out. I servizi di Bobo Corti danno i loro frutti. La Romeo Normanna pareggia grazie ad una serie di ace dell’opposto (15-15). Rimangono le difficoltà in ricezione e a muro. L’Andria torna a +2 (17-19) e D’Auge prende il posto di Nero, nel ruolo di libero. Nuovo time-out chiamato dai gialloblu sul 19-21. Corti è devastante anche dalla banda, ma gli ospiti ottengono due set-ball. Luca Testagrossa sale in cattedra annullando il primo e pareggiando i conti grazie ad un servizio in flot beffardo. Ma non basta. Andria vince il primo set per 25-27.

SECONDO SET – Ancora una falsa partenza della Romeo Normanna. Break della Florigel Andria che va subito sul +-2 (2-4). Errori in battuta e in ricezione permettono ai pugliesi di allungare ulteriormente (6-9). Un po’ di fortuna aiuta Bobo Corti al servizio. Nastro e punto per la Romeo Normanna. Ma l’andamento della partita non cambia. Pugliesi sempre avanti di due (11-13). Ci pensa Manuele Mandolini a servire un bolide per il pareggio del padroni di casa. Sul 14-13 per i giallorossi, i pugliesi chiamano il primo time-out del set. Nella Florigel Andria Carelli esce per infortunio al pollice, al suo posto Cripezzi G. Finalmente il muro dei gialloblu inizia a funzionare. Gavino Vetrano mette a terra la palla del 19-17. Rientra Carelli fra gli ospiti. Diagonale di Bobo Corti imprendibile per il 21-18.  Il primo tempo di Gavino Vetrano consente ai gialloblu di avere cinque set-ball. Set chiuso sul 25-19 da uno schiaccione imprendibile di Manuele Mandolini.

TERZO SET – Break iniziale dei padroni di casa. Il muro vincente di Vetrano porta i gialloblu sul 3-1. I gialloblu migliorano nel fondamentale, rispetto al primo set. Questa volta è Manuele Mandolini a bloccare l’azione dei pugliesi, portando la Romeo Normanna sul 6-2. Muro e servizio funzionano alla grande, la squadra aversana prende il largo (8-2). Carelli è definitivamente out per i pugliesi. Il muro diventa il punto di forza dei normanni e Bobo Corti non si ferma più (14-6). Gli ospiti vanno in bambola, mentre il livello del gioco dei giallorossi aumenta. Mandolini è puntuale nelle schiacciate e a muro, l’immancabile Corti si fa trovare sempre pronto in banda, Bonetti serve con sicurezza (21-8). Il numero 13 lascia il posto a Conte, nella parte finale del set, che fila via liscio senza problemi. La Romeo Normanna lo vince nettamente per 25-12.

QUARTO SET – Inizia bene anche il quarto periodo per la Romeo Normanna. 5-3 con diagonale di Manuele Mandolini vanamente fermato di piede dalla difesa ospite. Allungo sul 9-5 grazie al muro vincente del duo Vetrano-Gaetano. Il time-out chiamato dall’allenatore pugliese non posta i risultati sperasti per la squadra ospite. I gialloblu avanzano senza problemi sul 13-6. A commettere errori banali sono i pugliesi, che alzano bandiera bianca. La partita è in pieno controllo della quadra gialloblu, che mantiene il +7 di vantaggio (17-10). Sul 20-13 seconda e ultima sospensione chiamata dalla Florigel Andria. 24-15 dopo il mani-fuori di Lonrezo Bonetti. Il punto del 25-16 è di Manuele Mandolini, che chiude set e match.

ROMEO NORMANNA AVERSA – Corti, Bonetti, Gaetano, Vetrano, Mandolini, Testagrossa, Nero (L); Di Vincenzo, Conte, Illuzzi, Lentola, Pappalardo, Berardi, D’Auge (L). Vice All. Antimo Del Prete.

FLORIGEL ANDRIA – Fiorillo, Carelli, Porro, Zonno, Andriano, Carofiglio, Pepe (L); Cripezzi G., Cripezzi A., Rubino, Caldarola, Lorusso, Losito (L). All. Ferraro.

Primo arbitro Michele Lotito, secondo arbitro Stefano Capobianco.