Rosanna Marziale prima tra le chef in rosa al concorso Italia a Tavola

Rosanna Marziale

Al vertice il napoletano Gennaro Esposito a completare il successo della Campania.

Quasi 25mila preferenze per la casertana. Il podio completato dal terzo posto di un altro big della ristorazione, Massimo Bottura

Ancora una brillante affermazione per Rosanna Marziale, unica chef stellata della provincia di Caserta che si è classificata al secondo posto, prima tra le donne, nel Concorso per il Personaggio Gastronomico dell’Anno, lanciato dal quotidiano on line Italia a tavola e giunto alla 13^ edizione, cui hanno preso parte circa 300mila elettori nelle varie categorie. Con 24.324 consensi Rosanna Marziale è stata preceduta da Gennaro Esposito a quota 26.052 e seguita da Massimo Bottura a quota 24.197, contribuendo all’eccellente risultato della gastronomia campana che vede due chef (appunto Esposito e Marziale) ai primi posti sul podio, completato da un altro grande protagonista della ristorazione italiana, l’emiliano Bottura, superato dalla casertana nel rush finale.

Al Concorso, nelle tre fasi di svolgimento nelle quali si è articolato qualificando i sei finalisti, hanno preso parte i migliori chef italiani, così come nelle altre categorie i migliori pizzaioli, barman, pasticcieri, addetti alla sala, promoter.

Rosanna Marziale, chef patron del Ristorante Le Colonne a Caserta e della Casa in Campagna San Bartolomeo a Caiazzo, che gestisce insieme al fratello Loreto ed alla sorella Maria, ha conseguito nell’ultimo decennio brillanti risultati in contest internazionali, ha partecipato a trasmissioni televisive come Masterchef; è inoltre Ambasciatrice della Mozzarella di Bufala Campana nel mondo, oltre ad essere stata recente testimonial della giornata contro lo spreco di cibo e di importanti aziende nel settore alimentare ed in quello delle attrezzature per la cucina.

Una occasione questa del Concorso che ha contribuito a mantenere i fari accesi su un comparto, quello della ristorazione e della gastronomia, sicuramente primario per l’immagine dell’Italia nel mondo, che in questo periodo vive giorni difficili per il black out determinato dalla pandemia.