Rosso Vanvitelliano al Salone Internazionale del Libro di Torino

Rosso Vanvitelliano al Salone Internazionale del Libro di Torino
SANCARLO50-700
SANCARLO50-700
previous arrow
next arrow

FW Produzioni, giovane start up innovativa a vocazione sociale,  è stata selezionata come rappresentante culturale della Regione Campania

Nel suggestivo contesto del Salone Internazionale del Libro di Torino, la Regione Campania è stata selezionata come regione ospite per la prossima edizione.

Grazie all’iniziativa della Fondazione Campania dei Festival, la regione sarà presente con una sala dedicata nel padiglione Oval, con l’obiettivo di promuovere l’editoria campana sul mercato nazionale e internazionale, valorizzando così la cultura e la diversità della regione.

Bruno-Cristillo-Fotografo
Terrazza Leuciana
Bruno-Cristillo-Fotografo
previous arrow
next arrow

Il tema affascinante di quest’anno, “Vita Immaginaria”, ha portato in primo piano il libro “Rosso Vanvitelliano“, edito da FW Produzioni. Quest’opera si ispira alla lungimiranza di pensiero e all’opera di Luigi Vanvitelli, e rappresenta il fulcro del grande rilancio della Reggia di Caserta.

Il libro, preziosa collezione illustrata con biografie a fronte dei Monodialoghi, offre un formato esclusivo della drammaturgia di Patrizio Ranieri Ciu. È introdotto dal Ministro della Cultura e la prefazione dalla Direttrice della Reggia di Caserta.

Rosso Vanvitelliano

“Rosso Vanvitelliano” si propone di dialogare con il presente, partendo dal passato, e sarà presentato nella Sala Campania nel padiglione Oval.

In questa sala, saranno esposti anche altri titoli dell’autore Patrizio Ranieri Ciu, come ad esempio “Il Club dei Vinti“, una storia di racconti introdotta dal filosofo Umberto Galimberti.

Rosso VanvitellianoTra gli altri titoli, ci saranno anche “Passi Scelti“, una raccolta di testi spirituali con i commenti del vescovo emerito S.E. Mons. Raffaele Nogaro, e il thriller “Mistero Bianco“. Inoltre, saranno presentati anche gli innovativi “libriglietti“, format editoriale esclusivo per l’accesso alla cultura, come “Rapsodia” e “La Diversità è uguale per tutti“.

La presenza della Regione Campania nel Salone Internazionale del Libro di Torino rappresenta un’opportunità unica per promuovere l’editoria campana, valorizzando l’arte, la cultura e la diversità della regione sul mercato nazionale e internazionale.

L’evento sarà un’occasione per il pubblico di immergersi in un mondo di storie affascinanti e di conoscere il talento degli autori campani.

“Il libriglietto non è un biglietto a teatro, non è un libro, non è un programma di sala – hanno dichiarato le giovani editrici Valentina Rossi e Dafne Rapuano – è un oggetto culturale. Il suo valore non è misurabile quantitativamente in pagine e qualitativamente in forma estetica, ma solo nella profondità di contenuto della visione di un’unica motivazione universale: ogni sua parola che leggi è fare un passo avanti. Il libriglietto è una sfida logica da realizzare insieme perché l’obiettivo è la condivisione. È l’attiva partecipazione, fisica ed intellettuale, oltre un tempo artistico, per realizzare il sogno di una nuova frontiera comune”.