Sabato 28 e domenica 29 maggio nel Real Sito di Carditello la tradizionale Festa dell’Ascensione

San Tammaro – Torna la Festa dell’Ascensione nel Real Sito di Carditello – in programma domani e domenica 29 maggio – l’antica manifestazione equestre, organizzata sin dal 1792, nel segno delle rievocazioni: percorsi borbonici, incursioni teatrali con abiti storici settecenteschi, visite speciali alle Scuderie e sfilate di cavalli della Razza Governativa di Persano con amazzoni e cavalieri in costume.

Una grande festa popolare, promossa dalla Fondazione guidata dal presidente Luigi Nicolais, che segna anche il ritorno nel sito borbonico della Pala d’Altare (datata 1788) di Carlo Brunelli – pittore di corte molto stimato da Ferdinando che gli affidò importanti lavori anche nelle altre residenze reali – originariamente collocata sull’altare della chiesa dedicata all’Ascensione, per poi essere inserita nella sezione dedicata al Real Sito presso la Reggia di Caserta.

Il cartellone propone tanti eventi per adulti e bambini: Santa Messa con l’esposizione della Pala d’Altare; interventi teatrali con caratteristici abiti storici settecenteschi, in compagnia delle associazioni Antiqua Tempora Rievocazioni Storiche, Primo Reggimento Re e Ritmi del Sud, per rievocare le abitudini di corte con abiti ispirati da quadri storici; concerto “La Musica dei Reali” con il maestro Ernesto Sparago al pianoforte, Immacolata Ferrigno al flauto e Tina Pugliese al Violoncello, a cura di Asso Artigiani Imprese Caserta (sabato 28 maggio);

sfilate di cavalli Persano bardati con amazzoni e cavalieri in costume; degustazioni nella suggestiva area pic-nic, a cura di Aroma, e percorso gastronomico nelle Scuderie con le eccellenze campane, in collaborazione con Asso Artigiani Imprese Caserta, Cantine Magliulo, Vigne Chigi e Le Botteghe del Real Sito; visite speciali alle Scuderie reali; passeggiate sui pony per bambini; presentazione della Razza Governativa di Persano; animazioni e incursioni teatrali con attori in costume; voli ancorati in mongolfiera con Volare sull’Arte; suggestiva uscita della mandria, che promette di diventare un appuntamento fisso nel programma annuale della Fondazione (28 e 29 maggio);

presentazione Ecos “Il Viaggio del Persano; spettacolo “Enozioni in musica”, un percorso musicale alternato alle degustazioni dei vini del territorio, con il maestro Francesco Oliviero, il sommelier Salvatore Landolfo e il giornalista enogastronomico Carlo Scatozza, a cura di Asso Artigiani Imprese Caserta (domenica 29 maggio). E non solo.

I visitatori avranno la possibilità di scoprire il Percorso borbonico (28 e 29 maggio), a cura de La Mansarda – Teatro dell’Orco, che si snoda in alcuni “quadri” dove notizie storiche e fantasia si mescolano per far rivivere scene di vita popolare nel Real Sito di Carditello: la storia del Cavallo di Persano e delle Meridiane, il vezzo della Regina di indossare abiti da contadina, le passione del Re per il buon cibo e le grazie femminili. Una curiosità: alcuni costumi indossati dagli attori si ispirano agli affreschi di Carditello.

In occasione della Festa dell’Ascensione, sarà presentato Il Viaggio del Persano (29 maggio), progetto itinerante di sensibilizzazione e innovazione sul tema della salute mentale, promosso da Ecos – European Culture and Sport Organization in collaborazione con la Fondazione Real sito di Carditello, grazie al contributo della Fondazione Terzo Pilastro Internazionale. Esso, il nome del cavallo della Razza Governativa di Persano, partirà il prossimo settembre da Carditello: un viaggio di oltre 1.500 km, attraverso le comunità e i servizi nazionali per il disagio psichico in Italia, raggiungendo MarcoCavallo a Trieste, simbolo della chiusura dei manicomi della legge Basaglia.

Proprio il giorno dell’Ascensione, Esso inizierà il duro periodo di allenamento che consentirà, ai tanti ragazzi delle comunità che incontrerà lungo il suo cammino, di essere montato agevolmente.