San Clemente di Caserta, commemorazione 80° anniversario della strage nazista del 1943

SANCARLO50-700
SANCARLO50-700
previous arrow
next arrow

Durante la Seconda Guerra Mondiale, il 4 ottobre del 1943, nella comunità di San Clemente di Caserta le truppe tedesche minarono e fecero esplodere un edificio al fine di ostacolare l’avanzata angloamericana. Purtroppo, gli abitanti del palazzo non furono evacuati, e venticinque persone, tra cui sette donne e undici bambini, persero la vita nel crollo dell’edificio.

Qualche giorno prima la strage a San Clemente, il ritrovamento di un soldato tedesco ucciso portò alla strage di Garzano e all’arresto di diversi residenti di Caserta, che furono successivamente uccisi a Ruviano.

glp-auto-336x280
lisandro

Per commemorare questi tragici eventi, il Comitato dei tradizionali festeggiamenti in onore di Santa Maria a Macerata, patrona della parrocchia di San Clemente, ha organizzato una cerimonia commemorativa nell’ottantesimo anniversario. L’evento si terrà il sabato 9 settembre e coinvolgerà autorità locali e la Fanfara dei Bersaglieri della Brigata “Garibaldi” di Caserta.

La cerimonia inizierà alle 19.30 con un incontro nella piazza del paese, vicino al monumento ai caduti della Prima Guerra Mondiale e a Peppino Rossi, uno dei martiri di Ruviano. Successivamente, ci sarà una tappa presso il monumento di via Galatina, dove si trova la lapide dei caduti della Seconda Guerra Mondiale e delle venticinque vittime della strage nazista. Qui verrà svelato un QR code che fornirà ulteriori informazioni e racconti relativi agli eventi. La serata si concluderà in via Campanella con una breve rievocazione degli avvenimenti e un concerto della Fanfara dei Bersaglieri.

Gli organizzatori dell’evento desiderano preservare la memoria di questi tragici eventi, in particolare tra i giovani, e promuovere un messaggio di pace e opposizione alla guerra. La manifestazione fa parte dei festeggiamenti patronali che si svolgeranno dall’8 al 10 settembre e includeranno eventi liturgici, processioni, spettacoli musicali, degustazioni di prodotti locali, fuochi d’artificio, gare sportive e giochi popolari.

L’invito è quindi rivolto a partecipare a San Clemente nel secondo fine settimana di settembre per onorare la memoria delle vittime e celebrare la comunità.