San Francesco di Sales, patrono dei giornalisti. Messa celebrata dal nuovo Vescovo di Caserta Pietro Lagnese

La mattina di sabato 23 gennaio è stata celebrata la Messa riservata ai giornalisti di Terra di Lavoro in occasione della festività di San Francesco di Sales, officiata dal nuovo Vescovo della Diocesi di Caserta Monsignor Pietro Lagnese presso il Duomo della città.

San Francesco di Sales, la cui festa liturgica cade il 24 gennaio, è un santo e Dottore della Chiesa, ricordato anche per le sue grandi doti di comunicatore e divulgatore, per questo è il patrono dei giornalisti e degli scrittori.

La comunità casertana dei giornalisti si raduna ogni anno il sabato precedente o successivo al 24 gennaio per celebrare questa ricorrenza. Tale appuntamento, che si tiene in Diocesi ed alla presenza del Vescovo, è diventato ormai tradizionale e comprende la consegna del prestigioso Premio Buone Notizie.

L’incontro di quest’anno è stato organizzato da Michele De Simone per l’Associazione Stampa Provincia di Caserta e da Luigi Ferraiuolo per l’Ufficio Comunicazioni Sociali della Curia. Presente anche il presidente dell’Ordine della Campania Ottavio Lucarelli.

La celebrazione è stata di fatto la prima Messa pubblica di Monsignor Pietro Lagnese, insediatosi a Caserta da pochi giorni, ed anche l’occasione per i giornalisti del territorio di conoscere il nuovo Vescovo.

Rispetto” e “dolcezza” sono state le parole chiave dell’omelia di Monsignor Lagnese nella quale quest’ultimo ha ricordato l’importanza del lavoro degli operatori del settore dell’informazione soprattutto nei momenti difficili come quello che tutta l’umanità sta vivendo a causa del Coronavirus.

Al termine della Messa è stato consegnato il premio “Senatore della Stampa Casertana” all’avv. Alberto Zaza D’Ausilio, iscritto all’Ordine dei Giornalisti da ben 49 anni. D’Ausilio ha voluto donare a tutti i colleghi presenti un’immaginetta di San Francesco di Sales.

Nell’ambito della celebrazione sono stati ricordati i giornalisti casertani morti durante la pandemia: Carlo Desgro, Romano Piccolo, Mario Anzevino, Nunzio De Pinto, ai quali si aggiunge il compianto Vescovo Giovanni D’Alise che, come egli stesso amava ricordare, era anche un iscritto all’Ordine dei Giornalisti.

Subito dopo la Messa Mons. Lagnese ha ricevuto i giornalisti nella Biblioteca del Seminario per un incontro informale durante il quale i presenti hanno avuto l’occasione di rivolgere le loro domande al Vescovo.

L’intera giornata si è svolta nel pieno rispetto delle norme anti Covid: la Messa si è tenuta in Cattedrale e non, come gli anni scorsi, nella Cappellina del Seminario per poter garantire il distanziamento tra i partecipanti; Non si è tenuto il tradizionale pranzo ed è stata rimandata la cerimonia di consegna del premio nazionale “Buone Notizie” 2021.