San Leucio location della grande musica dal 27 al 29 settembre allo “Sport&Arte, VIVInSANLEUCIO”

L’evento “Sport&Arte, VIVInSANLEUCIO”, ideato da Ketty Bologna e realizzato dalla Pro Loco Real Sito San Leucio, che si terrà nei giorni 27, 28 e 29 settembre 2019, si distingue non solo per la ricchezza delle proposte legate al “buon vivere” e alla cura di noi stessi e dell’ambiente in cui siamo, ma anche per l’offerta musicale che ogni sera chiude la giornata di passeggiate, meditazioni, dibatti (consulta l’evento su Facebook con il programma completo).

Brevemente quindi presentiamo i vari artisti che si esibiranno:

Venerdì 27 Settembre, a partire dalle ore 20.30  presso i giardini del Ristorante La Vignarella, la serata sarà dedicata al Jazz: in apertura I Jazz Boppers di Ferdinando Ghidelli seguiti dal concerto di Armanda Desidery Trio.

I Jazz Boppers è un’ensambe di recente formazione che riunisce musicisti già conosciuti in ambito jazzistico e che, in momenti e formazioni diverse, hanno già suonato insieme. Li unisce la passione per il jazz e il piacere di suonare insieme il “Bebop”, una particolare forma di jazz caratterizzato da tempi veloci e improvvisazione sulla base della struttura armonica piuttosto che della melodia. Ai primi di settembre si sono esibiti alla 7° edizione del Festival dei Casali di Puccianiello, ottenendo un positivo riscontro di pubblico. I Boppers sono: Ferdinando Ghidelli, Chitarra, Corrado Laudadio, basso, Almerigo Pota, Tromba e Andrea Petrillo, batteria. Guest: Fabio Tommasone, piano

Armanda Desidery è una pianista e jazzista napoletana che ha collaborato con grandi artisti della scena musicale nazionale ed internazionale. Dal teatro alla televisione, ai grandi festival e concerti dal vivo,  ha suonato negli spettacoli ed in tour con: Roberto de Simone, Vincenzo Salemme, Daniele Sepe, Bruno Garofalo, Antonello Paliotti, Angela Luce, Mario Martone, Gianni Lamagna, Eduardo De Crescenzo, Guayacan, Lino Cannavacciuolo, Ray Mantilla, Arthur Luise e molti altri. Un nuovo progetto musicale per Armanda Desidery,: la poliedrica artista napoletana guida un trio con collaboratori di tutto rispetto come il bassista Guido Russo ed il batterista Marco Fazzari.

Il suono di Armanda è sicuramente quello del pianoforte più latino che esista in Italia ma – come dimostrano le sue collaborazioni, in primis quella con Ray Mantilla – è anche quello di un’artista capace di interagire e collaborare a grandi livelli. Il repertorio di questo progetto è basato su composizioni originali di Armanda e su qualche standard adeguatamente rielaborato. Il “Sueno Latino” è garantito dal virtuosismo di Marco Fazzari, dall’incisivo basso di Guido Russo e dal pianismo di Armanda che collega e ”colora” il tutto con le tipiche figurazioni cubane e caraibiche. Questo trio è una formazione che mescola i suoni della musica latina, del jazz, del flamenco con riferimenti ai maestri del genere (a partire da Dizzy Gillespie a Machito, a Tito Puente, a Paquito D’Rivera), con risultati che toccano tutte le corde degli appassionati non mancando di suscitare tutto quell’ampio spettro emozionale tipico di questa musica, divertente, molto energetica ma anche irrimediabilmente romantica.

Sabato 28, serata dedicata alla musica popolare: dalle ore 21, sempre presso i giardini del Ristorante La Vignarella, Concerto di musica popolare di Aurelio Vernile e i Tammurriavasà; al termine Pasta&Fagioli e Vino offerti da la Vignarella;

Aurelio Vernile e i Tammurriavasà sono un gruppo conosciuto nell’ambito della musica popolare non solo per la partecipazione ai principali eventi quali Sentieri Mediterranei, Festa della tammorra e Feste Popolari che animano la nostra regione, ma anche per la partecipazione ad eventi a sostegno di associazioni o, proprio qualche mese fa, per il Centro Sociale Ex Canapificio di Caserta. Al suo attivo anche la conduzione di laboratori di musica etnica ovvero corsi per suonare la Tammorra e Tamburello e per ballare la tammurriata e la pizzica. L’invito per tutti è di portare castagnette, tammorre e … tanta voglia di ballare!

Spazio infine alla musica classica Domenica 29 alle ore 18: nel cortile del Palazzo Bologna un interessante concerto di un’ensamble tutta al femminile del gruppo Da Baubò a Beatrice.

Il gruppo, formato da due violiniste (Nella Nero ed Eleonora Fonzo), due flautiste (Maria Agnese Antenucci e Silvana Lucibello), un soprano (Francesca Paola Zaza d’Aulisio) ed una pianista (Gloria D’Alterio), si avvale della collaborazione di un duo mandolinistico (Franco Natale e Sergio Prozzo) ed da un’ex percussionista della Nuova Compagnia di Canto Popolare (Franco Faraldo).

Il repertorio proposto spazia dalla musica medievale a quella barocca, dalle arie e ariette del Settecento a brani dell’Ottocento, nonché un quattro mani pianistico e rare esecuzioni di brani mandolinistici.

Improntato al recupero di brani inediti, anonimi o di letteratura musicale straniera, l’Ensemble opera ricerche e rielaborazioni dei propri brani, proponendo al pubblico sempre una prefazione introduttiva e conoscitiva del proprio concerto. “Da Baubò a Beatrice” nasce con lo scopo di far conoscere la letteratura strumentale femminile con brani scritti, musicati, dedicati ed interpretati da donne, per la maggior parte, ma vuole anche recuperare la nostra tradizione partenopea con i pezzi classici e popolari.

All’attivo il gruppo ha numerosi concerti: ad “Un’estate alla Reggia”, nella Sala del trono, I edizione “VivInSanLeucio”, Gragnano, Facoltà Arte e Teologia di Napoli, Museo Campano, Venafro, Liceo Manzoni di Caserta, San Salvatore a Corte (Capua).