San Nicola la Strada, Museo della Civiltà Contadina: l’Antico Regime

SANCARLO50-700
delpicar700
ENJOY1
previous arrow
next arrow

Sabato 8 ottobe 2022, ore 20. Antico Regime, Rivoluzioni e Restaurazioni a Napoli

Ad eseguire il concerto sarà il Gruppo Vocale e Strumentale “Ave Gratia Plena” con ingresso gratuito.

L’evento è organizzato da Associazione Culturale “Francesco Durante” per le attività nel progetto “Da Vanvitelli al futuro in Terra di Lavoro e nei suoi musei: riflessi di passato, visioni di avvenire”.

Nei tre decenni finali del 1700 i regni di Francia e di Napoli ebbero scambi culturali profondi. I fermenti illuministici da Paris raggiunsero Napoli e suscitarono l’adesione degli intellettuali e della nobilità più aperta ai cambiamenti.

I due stati condivisero la dinastia regnante (Borbone) e furono strettamente in contatto perché imparentate per il tramite delle regine sorelle (Maria Carolina e Maria Antonietta).
Anche la rivoluzione del 1789 ebbe un riverbero, ritardato, breve ma fulgido proprio a Napoli nel 1799.

Le idee filosofiche e politiche viaggiarono principalmente da Paris verso Napoli. In verso opposto viaggiarono le musiche perché la scuola napoletana conquistò già da quasi mezzo secolo prima la scena parigina. Tratto comune del panorama musicale fu la capacità di ascoltare la voce del popolo.

Programma dettagliato delle musiche a questo link diretto:
http://assodur.altervista.org/sabato-8-ottobre-2022-ore-20/

Il pubblico potrà approfittare anche di un breve visita guidata al Museo della Civiltà Contadina, che affiancherà il concerto e completerà l’evento.

Il progetto “Da Vanvitelli al futuro in Terra di Lavoro e nei suoi musei”, è ideato e organizzato dal Sistema Museale “Terra di Lavoro” ed è finanziato della Regione Campania (UOD 501201 musei e biblioteche).

Il programma completo degli eventi del progetto è alla pagina:
https://sistemamusealeterradilavoro.it/?event=da-vanvitelli-al-futuro-da-vanvitelli-al-futuro-in-terra-di-lavoro-e-nei-suoi-musei-riflessi-di-passato-visioni-di-avvenire&event_date=2022-08-12

Sorto nel 2009, il Sistema Museale Terra di Lavoro riunisce gli Enti locali (Comune di Caserta, capofila, Comune di Maddaloni, Comune di Piedimonte Matese, Comune di San Pietro Infine, Comune di San Nicola la Strada) e l’istituzione scolastica (Istituto Tecnico “Buonarroti” Caserta), tutti titolari di musei riconosciuti (di qualità) dalla Regione Campania.

Tra gli obiettivi condivisi sono la promozione integrata e sinergica del patrimonio e del territorio.