Sanità Caserta: riassetto ex ospedali covid Santa Maria Capua Vetere e Maddaloni, la Cisl chiede un incontro urgente

Emergenza Covid. RIASSETTO EX STRUTTURE OSPEDALIERE COVID, Programmazione

La curva dei contagi si è pressoché fermata e mentre nei reparti covid si comincia a chiudere ci si chiede anche cosa accadrà nelle strutture ospedaliere che si erano completamente dedicate all’accoglienza dei pazienti covid. La Cisl Caserta, nella persona del segretario provinciale con delega alla sanità Nicola Cristiani, chiede così lumi.

Al Direttore Generale – ASL Caserta dr. F. Russo Al Direttore Sanitario – ASL Caserta dr. M. De Fazio Al Direttore Amministrativo – ASL CE dr. A. Blasotti Al Direttore del Servizio GRU ASL CE dott.ssa C. Cosentino Al Direttore Sanitario P.O. S.M.C.V. Cr. D. Colaccio Al Direttore sanitario P.O. Maddaloni dr.ssa A Foglia.

Egregi direttori,
stante la graduale e inarrestabile diminuzione dei contagi e dei ricoveri ospedalieri per Covid19 e, considerata la preoccupante riduzione dell’offerta sanitaria per prestazioni di ricovero ordinario e di attività ambulatoriali e territoriali di altre branche, si chiede di conoscere quali programmi e iniziative sono in procinto di essere adottate per salvaguardare le attività delle Strutture Ospedaliere di Santa Maria Capua Vetere e Maddaloni, nonché il personale in esse incardinato.

Per quanto rappresentato, la scrivente O.S. chiede alla SS.VV. un urgente incontro per discutere e conoscere quali azioni di riorganizzazione questa azienda intenda adottare per rilanciare le attività di assistenza e cura non Covid.

Nelle more del predetto incontro, si chiede di sospendere qualsiasi iniziativa di mobilità del personale, che potrebbe seriamente pregiudicare le sorti dei predetti Ospedali.

Il Segretario CISL Nicola Cristiani