Santa Maria Capua Vetere. Addio al dottor Giacomo Roccatagliata, il signore delle automobili d’epoca

Santa Maria Capua Vetere – Si è tenuto questa mattina, mercoledì 15 maggio 2019, il funerale del dottor Giacomo Roccatagliata, personaggio estremamente noto nel casertano ed in particolare tra gli appassionati di automobili d’epoca.

Roccatagliata era presidente emerito ed onorario nonché fondatore del CAMEC (Club Auto Motoveicoli Campano), club per appassionati di auto e moto d’epoca, il principale della Campania per numero di iscritti e per lungo tempo l’unico federato Asi in provincia di Caserta. Dell’Asi (Automotoclub Storico Italiano) Roccatagliata era stato consigliere nazionale per ben due mandati.

Il presidente Roccatagliata a bordo di una Lancia Aurelia Spider

Gentiluomo d’altri tempi, grandissimo appassionato di automobili d’epoca, lancista (ovvero amante in particolare del marchio Lancia), Giacomo Roccatagliata era noto per i sui modi estremamente signorili, la sua eccezionale competenza in merito alle automobili e la sua grandissima capacità organizzativa e dirigenziale. Nell’ambiente degli appassionati di automobili era talvolta soprannominato con grande affetto “Zio Giacomo” perché sapeva regalare a chiunque lo ascoltasse preziosi insegnamenti con eccezionale garbo.

Il dott. Roccatagliata aveva 78 anni, si è spento la mattina del 13 maggio nell’ospedale di Sant’Agata dei Goti (Benevento) dove era ricoverato da lungo tempo per le conseguenze del grave incidente stradale di cui era rimasto vittima lo scorso 26 settembre 2018 sull’Autostrada del sole mentre si recava a Roma per partecipare all’Autoshow dell’Asi. La sua meravigliosa auto d’epoca, un’Alfa Romeo 6C 2500 T rossa del 1939, venne violentemente tamponata da un mezzo pesante e prese fuoco. La preziosa Alfa rimase semi distrutta ma il conducente ne uscì apparentemente sano e salvo. Purtroppo, rimasto per troppo tempo intrappolato nell’abitacolo, Roccatagliata respirò fumi tossici che hanno irrimediabilmente compromesso il suo apparato respiratorio.

Giacomo Roccatagliata insieme al nipote Marco Giannubilo

A causa delle precarie condizioni di salute degli ultimi tempi Roccatagliata si era ritirato dalle funzioni più strettamente operative lasciando l’incarico di presidente del Camec all’adorato nipote Marco Giannubilo pur continuando ad occuparsi con amore e dedizione della sua associazione e della sua personale collezione di prestigiose auto d’epoca custodita nel palazzo di famiglia.

Il funerale si è svolto nella Basilica di Santa Maria Maggiore, Duomo di Santa Maria Capua Vetere, città natale del Presidente Roccatagliata, a pochi passi proprio dalla sede del Camec. Particolarmente toccanti durante la funzione gli interventi dell’avvocato Antonello Salzano, ex presidente dell’Aci di Caserta e di Agnese Di Matteo, consigliera nazionale Asi.

Il presidente dell’Automotoclub Storico Italiano Alberto Scuro si è unito ai numerosi messaggi di cordoglio commentando così la grave perdita: “E’ stato uno dei pilastri della nostra Federazione. Era stato consigliere per due mandati e, soprattutto, il volto nobile del motorismo storico. La sua saggezza e la sua pacatezza, oltre alla sua grande disponibilità e all’entusiasmo con il quale presenziava ai più importanti appuntamenti dell’ASI, saranno da esempio per molti”.