Santa Maria Capua Vetere, il Garante Samuele Ciambriello ha fatto visita al carcere militare

Santa Maria Capua Vetere, il Garante Samuele Ciambriello ha fatto visita al carcere militare

Questa mattina, il Garante campano delle persone private della libertà personale Samuele Ciambriello ha fatto visita al carcere militare di Santa Maria Capua Vetere militare, dove ha avuto dei colloqui con alcuni dei detenuti ivi ristretti.

Il Garante, accompagnato dal tenente colonnello Rosario del Prete, comandante/ direttore del carcere ha visitato le celle (singole, doppie o triple) con bagni dotati di doccia, la mensa collettiva e i vari laboratori di bricolage, pittura, ceramica.

“Ho trovato una struttura a misura d’uomo, nella quale le persone “diversamente libere” vivono la privazione della libertà nel rispetto della dignità umana, sia negli spazi (singoli e comuni), che sono funzionali al trattamento, alla rieducazione e al rispetto delle norme di sicurezza. Ho potuto visitare l’area verde, che consente ai detenuti di svolgere attività di giardinaggio, una palestra, la sala colloqui, che è un ambiente familiare e confortevole.  Ho altresì potuto parlare con il colonnello Gerardo Baiano, comandante organizzazione penitenziaria militare di Santa Maria Capua Vetere, al quale ho annunciato che il mio ufficio finanzierà un corso di insegnamento di tecniche MGA (metodo globale autodifesa) per 6 membri del personale lì operante”, così Samuele Ciambriello all’uscita dal carcere sammaritano

Attualmente in Istituto sono ristrette 52 persone ex appartenenti alle forze armate che scontano pene detentive a seguito di condanne per reati propri e comuni.