Scaloppine di pollo con spek e provola affumicata

Le scaloppine sono un piatto dalle origini francesi, dette “escalope” fettine sottili di maiale impanate e fritte. Si dice sia stato un piatto preferito dell’ultimo Re d’Italia Umberto II che, avendolo gustato a Milano, pagò la cuoca uno stipendio altissimo per portarla a Roma a cucinare per lui e la famiglia. La scaloppina napoletana si differenzia per aver sostituito il limone con il vino bianco.

Ingredienti per 4 persone
Mezzo kg.di petto di pollo tagliato sottile
3 fette di spek
1 bicchiere di spumante o di vino bianco
5 cucchiai di olio extra
2 fette di provola affumicata
Farina
Sale e pepe q.b.

Preparazione
In una padella antiaderente far scaldare l’olio, aggiungere lo spek sminuzzato, lo spumante e un pizzico di sale. Impanare il pollo e adagiarlo in padella. Far cuocere da ambo i lati avendo cura di girare spesso per creare la cremina con la farina in eccesso. Spegnere a cottura ultimata e coprire le fette con la provola. Il calore la farà fondere.