“Sconosciuti, io che qui sto morendo e tu che mangi il gelato” in scena al FaziOpenTheater di Capua

Sconosciuti, io che qui sto morendo e tu che mangi il gelato

Alla Sala Teatro di palazzo Fazio di Capua, nell’ambito del FaziOpenTheater, l’Associazione “IL COLIBRI’ ” di Sant’Arpino (CE) porta in scenaSCONOSCIUTI Io che qui sto morendo e tu che mangi il gelato”, Liberamente ispirato al film omonimo. Adattamento e Regia di Luigi DE SANCTIS.

VENERDI’ 6 MAGGIO (ore 20.30)
SABATO 7 MAGGIO (ore 20.30)
DOMENICA 8 MAGGIO (ore 19.30)
SALA TEATRO di PALAZZO FAZIO
via Seminario 10 – Capua
Venire muniti di mascherina FFP2

Interpreti: Angela SETARO,Alessia TESCIONE, Chiara RUSSO,Luigi DE SANCTIS, Vincenzo DI MARCO, Antonio GENIALE, Mario DI FRAIA.

Con la partecipazione amichevole di Pino L’Abbate, Pierpaolo Esposito, Rosalba Ciliento, Fabiana Vinciguerra, Giuseppe Greco, Gianni Arciprete, Giulietta Setaro, Bartolomeo Setaro.

Digital Painter Emanuela Pagano, Audio e Luci Antonio Ferraro.

SCONOSCIUTI Io che qui sto morendo e tu che mangi il gelato

Lo spettacolo è liberamente ispirato al famoso e fortunato film dal titolo omonimo. Si tratta quindi di un’operazione teatrale davvero speciale ed intrigante. La storia, nota, ruota attorno alle vicende che si susseguono durante una cena tra amici apparentemente tranquilla. I proprietari di casa sono Angela e Luigi, marito e moglie da tempo in crisi: lui è un chirurgo plastico che si è sempre mostrato scettico rispetto all’utilità della psicoterapia, mentre lei è una psicoanalista che ha un rapporto conflittuale con la figlia adolescente, Sofia.

La coppia decide di invitare a cena gli amici di sempre: i novelli sposi Alessia, timida, riservata ed educata e Mario, tassista con la voglia di cambiare quotidianamente lavoro, i coniugi Vincenzo, funzionario che lavora in un ufficio legale e Chiara, donna dedita alla famiglia ed infine Antonio, insegnante di educazione fisica in sovrappeso e attualmente disoccupato. Da sempre single, Antonio si è fidanzato di recente con Giulio, che però non è presente alla cena per colpa di un’influenza.

Tra una portata e l’altra, Angela si dice convinta che tante coppie si lascerebbero se ogni rispettivo partner controllasse il contenuto del cellulare dell’altro. Propone così una sorta di gioco: ognuno di loro dovrà mettere il proprio cellulare in mezzo al tavolo e ogni chiamata o messaggio che arriverà nel corso della serata sarà condiviso pubblicamente con gli altri…. E… si ritroveranno ad essere degli “sconosciuti”.

Info e Prenotazioni
Antonio Iavazzo: 3389924524 – info@antonioiavazzo.it
Gianni Arciprete: 3343638451 – gianniarciprete@libero.it