Scoperta DES16C2nm, la supernova più lontana mai osservata

Ancora un’importante scoperta nello sconfinato e decisamente poco conosciuto settore dello studio dell’Universo. Gli scienziati hanno infatti scoperto la supernova più distante che sia mai stata osservata dalla Terra: la luce derivante dall’incredibile esplosione è arrivata sul nostro pianeta dopo 10,5 miliardi di anni. Ciò vuol dire che se, per assurdo, noi potessimo viaggiare alla velocità della luce pari a circa 300mila chilometri al secondo, impiegheremmo più di 10 miliardi di anni per raggiungere il punto da cui nasce (o meglio, nacque) la luce.

Secondo gli scienziati lo stesso Universo, formatosi in base alle teorie più accreditate intorno ai 13,8 miliardi di anni fa, era “appena nato” al momento dell’esplosione. La scoperta è stata pubblicata su The Astrophysical Journal ed è frutto della ricerca svolta all’università di Southampton.

La supernova è l’esplosione di una stella giunta al termine del suo ciclo vitale: in questo caso la stella in questione, chiamata DES16C2nm, è classificata come una supernova superluminosa, la classe più rara in assoluto.

“La luce ultravioletta della supernova – ha commentato Mathew Smith, alla guida del gruppo di studio – ci informa sulla quantità di elementi prodotta nell’esplosione e sulla temperatura dell’esplosione stessa, entrambe determinanti per capire meglio le cause di questi eventi cosmici”.

Loading...