Scuola: anno scolastico all’estero? Intercultura riparte con il bando 2021-22, anche dalla Reggia di Carditello

Scadenza iscrizioni 10 novembre 2020. Centinaia le borse di studio. L’11 ottobre alla Reggia di Carditello l’infopoint per studenti e genitori del territorio di Sessa Aurunca.

Tra i primi studenti partiti per l’anno scolastico in corso, Marika Perfetto da Cellole per un anno in Germania.

Ripartono i programmi all’estero di Intercultura, con l’uscita del nuovo bando che già mette a concorso i posti e le borse di studio per i programmi dell’anno scolastico 2021-22.

Il 2020 è stato un anno particolare anche per i programmi di mobilità studentesca. Ora però, gradualmente, iniziano a vedersi dei segnali positivi anche in questo settore. Ad agosto e a settembre, Intercultura, l’Associazione di volontariato senza scopo di lucro che promuove scambi interculturali in tutto il mondo da oltre 65 anni, ha registrato le prime partenze, per diverse destinazioni europee e in qualche caso anche per gli Stati Uniti e altre mete.

Ora il nuovo bando (www.intercultura.it/come-partecipare), destinato prioritariamente a studenti nati tra il 1° luglio 2003 e il 31 agosto 2006, si rivolge ai ragazzi che non intendono rinunciare alla possibilità di vivere una delle più importanti esperienze formative per il proprio futuro. Tra le novità, spiccano l’anno scolastico in Grecia e il trimestre e l’anno scolastico nel Regno Unito.

L’Associazione conta sulla presenza di oltre 5.000 volontari che operano in tutta Italia. Tra questi, i volontari del centro locale di Sessa Aurunca allestiranno un infopoint l’11 ottobre presso la Reggia di Carditello a San Tammaro, dalle 10:00 alle 13:00. Sarà un’occasione per conoscere i programmi dedicati ai ragazzi del nostro territorio nella cornice di un tesoro locale quale è il Real Sito di Carditello. Per studenti, genitori e insegnanti interessati, sarà l’occasione di conoscere i volontari della zona, che seguiranno passo passo l’esperienza dei ragazzi e delle loro famiglie.

All’incontro interverranno anche diversi studenti rientrati da poco dall’esperienza all’estero, che racconteranno la loro vita presso la scuola locale e con la loro famiglia ospitante.  I volontari spiegheranno al pubblico anche le modalità per richiedere una borsa di studio. Intercultura, in quanto Associazione di volontariato senza scopo di lucro, da sempre mira ad avere un impatto sociale forte sulla nostra società, attraverso centinaia di borse di studio, che provengono da un fondo proprio e dalle donazioni liberali di aziende, enti e fondazioni che sostengono i progetti dell’Associazione.