Scuola Calcio Oasi San Feliciana, non solo pallone ma una palestra di vita. E intanto si aiuta

SANCARLO50-700
SANCARLO50-700
previous arrow
next arrow

Tutti gli allievi e la dirigenza impegnati nelle raccolte a favore dei rifugiati di guerra

Conosciamo questa realtà proprio nel corso di questi giorni infausti, in cui la guerra sta dilaniando l’Ucraina e preoccupando a più livelli l’intera Europa. Sono giorni di mobilitazione per i soccorsi, gli aiuti umanitari, raccogliendo di tutto, generi alimentari, farmaci, abbigliamento per poter inviare i primi sostegni.

Le città, gli enti, le comunità, le associazioni, di ogni ordine e genere si reinventano e nel mezzo delle proprie attività ordinarie danno vita a catene di aiuti e raccolte. Tra queste c’è anche una scuola calcio di San Felice a Cancello, l’ASd Oasi San Feliciana.

glp-auto-336x280
lisandro

Una realtà consolidata da oltre 15 anni, con 170 allievi e 15 campionati all’attivo, guidata dalla passione e dall’abnegazione di un gruppo dirigente che ha fatto della cura dei giovani e giovanissimi il proprio impegno personale, sottraendo tempo e presenza alle proprie famiglie.

Tra gli allenamenti settimanali e le partite del weekend è tutto tempo che togliamo alla strada – ci racconta Fiorenzo Della Rocca, presidente della Scuola – accogliamo i ragazzi dai 5 ai 18 anni, certamente per insegnare loro a giocare a calcio, ma innanzitutto è una palestra di vita in cui cerchiamo di impartire loro una disciplina, valori sani, solidarietà, condivisione. Teniamo talmente tanto a questo aspetto che i ragazzi della nostra scuola sono seguiti da una psicologa, una mental coach attenta al benessere psicofisico dei nostri allievi.

E se guardiamo ai risultati, riusciamo a farlo anche con un certo successo considerando che siamo affiliati del Perugia Calcio e che alcuni nostri giovani calciatori sono già nelle squadre giovanili del Napoli e alla Roma”.

Ma le attività dell’ASd non si fermano qui, il gruppo dirigente lavora in maniera fervente affinché l’intera comunità sia in qualche modo coinvolta e possa sentire lo spirito di appartenenza a questa realtà. Una delle iniziative che vedranno la luce a breve riguarda il calcio femminile.

Con noi anche tante bambine, e proprio affinché si possa promuovere il calcio e la vita di squadra tra le ragazze, abbiamo stabilito una convenzione con le scuole elementari e medie della nostra città, attraverso il sostegno di alcuni dirigenti scolastici. Purtroppo è un progetto che nei mesi scorsi ha visto uno stop causa covid, ma che a breve sarà pronto a ripartire”.

E tornando a parlare delle attività di solidarietà, negli ultimi giorni i giovani allievi della scuola calcio si sono impegnati con successo nella raccolta per le popolazioni colpite dalla guerra in Ucraina, riuscendo con il proprio impegno a sostenere il carico di un tir organizzato dall’associazione Celebration Italia di Caserta che partirà direttamente per la frontiera.

I prodotti raccolti in collaborazione con l’Associazione “Ali e Radici nella persona dell’avvocato Michela Pirozzi sempre in prima linea nelle iniziative di sostegno.

Il Gruppo Dirigente
Fiorenzo Della Rocca, presidente
Giovanni Cioffi, vice presidente
Nicola Piscitelli, direttore tecnico
Antonio Perrotta, direttore sportivo
Rosa Sgambato, mental coach
Raffaele Nuzzo, dirigente
Clemente Della Rocca, coach
Carmen De Rosa, dirigente
Giuseppe Laudicina, dirigente