Scuola: il Piedibus di Caserta sta per ripartire e viene esportato anche in Spagna

SANCARLO50-700
delpicar700
ENJOY1
previous arrow
next arrow

Giovedì 24 novembre, alle 17.30 presso la Parrocchia Nostra Signora Di Lourdes assemblea con gli autisti e consegna Kit

Quest’anno il piedibus sarà attivo al III Circolo Ruggiero e al V Circolo don Milani ed è rivolto a tutte le classi, dalla prima alla quinta elementare. Il servizio Piedibus è gratuito ed è attivo sia all’andata che al ritorno. Per il tempo prolungato verrà attivato se verranno ricevute un discreto numero di iscrizioni.

Chi vuole diventare un autista Piedibus? Giovedì 24 novembre, alle 17.30 presso la Parrocchia Nostra Signora Di Lourdes ci sarà un’assemblea con gli autisti e la consegna Kit agli iscritti del III Circolo di via Montale.

ll ruolo dell’autista Piedibus consiste nell’accompagnare a piedi i bambini nel tragitto casa–scuola e scuola-casa. Lungo il percorso ci sono le fermate presso le quali i bambini aspettano l’autista.

Essere un autista Piedibus è bello e semplice: in base alle esigenze il volontario può decidere se fare il turno all’andata (dalle 7.40 circa) o al ritorno (alle 13 o alle 14 circa), sulla linea che si preferisce. Un singolo accompagnamento impiega solo 20 minuti del proprio tempo.

info: 3456110148

E l’esperienza del Piedibus arriva anche in Spagna 

Tutto inizia da una delle storiche autiste del Piedibus al Terzo Circolo di via Montale nel quartiere Acquaviva, Anna Maria Carandente che da qualche mese vive in Spagna a Villanueva, un piccolo comune nella provincia di Santander.

Annamaria si è immediatamente data da fare per attivare il Piedibus nella scuola spagnola frequentata dalla nipotine, con il supporto della figlia e di altri genitori. Il suo racconto è tutto nei messaggi whatsapp con cui aggiornava passo dopo passo gli amici e “autisti” di Caserta:

Stamattina ci siamo incontrati con il municipio e abbiamo presentato il progetto “Al cole andando” (andando a Scuola) , ho preparato dei piani per il miglioramento dei percorsi e ci hanno detto che si attiveranno per richiedere dei fondi europei per la mobilità sostenibile”
“Questa è la mia storia del piedibus spagnolo. Quando ho pensato di trasferirmi qua mi son detta: questo è un posto perfetto per fare il piedibus!

“Passa il tempo e due settimane fa mia figlia decide di iniziare con un paio di amiche. Ora sono 2 settimane che, solo col passaparola, ci sono 6/7 bambini nella linea delle mie nipotine.”

E ancora: “Stamattina è iniziata un’altra linea, con 12 bambini! Sono persone che mia figlia non conosce, ma si è sparsa la voce, nel nostro borgo, che c’è una “maestra” italiana che vuole far fare il piedibus anche qua!”.

Le parole di Annamaria raccontano la forza contagiosa del Piedibus  – commentano i rappresentanti di Comitato Città Viva – e come con un po’ di collaborazione da parte di genitori e Amministrazione tutto sia possibile.

Noi siamo pronti a ripartire anche qui a Caserta. C’è un grande bisogno di cambiare marcia in città sulla mobilità sostenibile. Scegliere il Piedibus significa preservare l’ambiente e crescere insieme ai nostri figli!
www.piedibuscaserta.it

I benefici del Piedibus

– Contribuisce a ridurre traffico e inquinamento
– Favorisce socializzazione, attività motoria e inclusione sociale
– Migliora i percorsi pedonali: bambini e accompagnatori segnalano al Comune e alla Polizia Municipale, tramite un dossier fotografico, i punti in cui è necessaria la manutenzione dei percorsi
– Ora più che mai il Piedibus è utile anche per contrastare il diffondersi del virus: riduce gli assembramenti dei genitori fuori le scuole, permette ai bambini di arrivare in sicurezza mantenendo la distanza interpersonale di 1 metro