“Sentieri del vino” a Camigliano, il percorso nelle tradizioni legate alla vendemmia prosegue a novembre

Prenderà finalmente il via questo fine settimana, il 10 ed 11 novembre, la rassegna “Sentieri del vino”, che riporterà per le strade di Camigliano (CE) la magia dell’arte del vino, dell’alta gastronomia e del folklore popolare.

Nel piccolo comune collinare, dove il tempo sembra essersi fermato, la tradizione vinicola continua ad essere tramandata alle nuove generazioni, senza mai smarrire il proprio fascino, attirando ogni anno una considerevole fetta di turismo.

L’obiettivo dell’amministrazione comunale Borzacchiello é dunque quello di restituire un salto nelle proprie radici ai tanti abitanti e di regalare, al contempo, un’esperienza totalmente nuova ed immersiva ai tanti visitatori amanti della tradizione.

Il programma di sabato 10 novembre:

Il programma ricchissimo si aprirà la mattina ore 12.00, con le prime visite guidate e libere nei vigneti ‘Cenname’ in località Grotta di San Michele, nella fattoria Carusone della frazione Leporano e alla grotta di San Michele Arcangelo. In contemporanea, per tutto il pomeriggio, sarà possibile assistere alle attività vinicole della campagna per apprendere l’antica arte della vendemmia, un rituale che da sempre porta con sé un grande fascino, oltre che un valore storico e antropologico.

Si proseguirà con la famosa pigiatura a piedi nudi, la spremitura al torchio e la possibilità di visitare le antiche cantine per scoprire le diverse varietà di vini. I più piccoli invece potranno cimentarsi in lunghe passeggiate a cavallo, conoscere i tanti animali che popolano le campagne o fare un giro sul trenino che metterà in collegamento i principali punti d’interesse della manifestazione.

Nel tardo pomeriggio, dalle ore 17:30, spazio alla 18esima edizione di “Arte, tradizioni e prodotti tipici”, la rassegna che porterà nel centro storico del paese tantissime attività ricreative (balli, spettacoli, animazione) e piatti tipici da gustare in compagnia. Per tutti i visitatori saranno disponibili trenino e bus per gli spostamenti.

In serata, a partire dalle 20:30, al via un grande appuntamento musicale con uno dei gruppi di bottari più amati della storica festa di Sant’Antuono a Macerata Campania, guidato dal cantautore Stani Roggiero.

Botti, falci e percussioni classiche, tutto rivisitato in chiave moderna dal punto di vista dei ritmi e delle sonorità. I Cantica Popolare si esibiranno con una formazione di 16 elementi sia con brani della tradizione napoletana che con canzoni del percorso cantautorale dell’artista che li guida da sempre.

Il programma di domenica 11 novembre:

Il secondo giorno, dalle ore 12:00 alle 17:00, nuovo ciclo di appuntamenti: percorsi in grotte e vigneti, attività per grandi e piccini e pietanze pregiate per soddisfare i palati più esigenti.

Dalle 17:30 proseguirà la rassegna “Arte, tradizioni e prodotti tipici” per le vie del centro storico, fino a tarda serata.

Nuovo concerto in piazza con il gruppo “Arianova” alle ore 20:30. La band, specializzata nella ricerca storica di musica popolare, è costituito da musicisti che eseguono canti di lavoro, d’amore e di protesta, tammurriate, pastorali, tarantelle e pizziche, impegnandosi al contempo nella promozione di forme ed espressioni della Cultura di origine, attualmente in via di estinzione.