Settimo centenario della morte di Dante, il bando del Lions Caserta Host per una tesi di laurea

Il Lions Club Caserta Host ha bandito un concorso tra i laureati nell’anno 2019-2020 e 2020-2021 iscritti ai corsi del Dipartimento di Lettere e Beni Culturali della Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli che abbiano discusso entro il 25 marzo 2021 una tesi sull’opera e la figura di Dante. L’iniziativa – dichiara il presidente del Sodalizio Domenico Petrillosi inquadra nell’ambito dei services dell’area cultura dell’Associazione, in adesione alla giornata nazionale del 25 marzo di ogni anno dedicata al Padre della Lingua italiana ed istituita col nome di “Dantedì” dal Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo.

 

Il Covin-19 non è riuscito a tarparci le ali” aggiunge il colonnello Petrillo. Nel rispetto della normativa emergenziale per raggiungere gli obiettivi programmatici il Club si è avvalso delle modalità telematiche e del programma Skype, che ha consentito, in sinergia con Unitre, diretta da Aida Pavesio col preside Giovanni Villarossa, di seguire l’affascinante “Viaggio intorno al cervello” con il neurologo Antonio Sparano. Giovedì 15, alle 17, invece, sempre su piattaforma Skype, l’archeologa Nicoletta Petrillo illustrerà un tour virtuale tra le bellezze dell’archeologia campana. Il progetto per le celebrazioni dantesche è stato accolto con particolare interesse dalla Direttrice del Dipartimento, Maria Luisa Chirico, per la opportunità di collaborazione legata alla presenza operosa dell’Ateneo casertano.

 

Il concorso prevede una sezione per la laurea magistrale ed una per la triennale. Referenti del procedimento sono Ciro Perna, professore di Letteratura Italiana presso il Dipartimento della Vanvitelli,e l’officer del Caserta Host Alberto Zaza d’Aulisio. Analoga iniziativa il Lions Club Caserta ( all’epoca non ancora Host) Host promosse nel 1973 per il secondo centenario della morte di Luigi Vanvitelli. La premiazione delle vincitrici del concorso, Maria Teresa Manganiello e Maria Clemente Ruggiero, laureatesi alla Facoltà di Lettere dell’Università degli Studi di Napoli, si svolse il 28 giugno 1974 nella Cappella Palatina della Reggia nel contesto delle cerimonie conclusive delle celebrazioni vanvitelliane. Presentò Annamaria Gambineri della RAI-TV.