Sgominata banda di 8 spacciatori: indagini partite dopo una morte per overdose

Questa mattina i carabinieri della Compagnia di Cassino tra le province di Frosinone e Napoli (in particolare nella zona di Secondigliano), hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dall’ufficio Gip del Tribunale di Cassino a carico di 8 persone ritenute responsabili di detenzione ai fini dello spaccio di sostanze stupefacenti, nello specifico cocaina ed eroina. I soggetti arrestati sono tutti di origine italiana e tra loro c’è anche una donna di Mondragone.

Le indagini sono partite dopo la morte per overdose di un tossicodipendente di Cassino, avvenuta nel 2015. Questo episodio ha permesso di portare alla luce, grazie all’attività tecnica, ai numerosi sequestri amministrativi di droga e alle testimonianze fornite dagli acquirenti, una fiorente attività di spaccio svolta senza soluzione di continuità dal gruppo. I pusher avevano ormai creato una solida base di spaccio nel cassinate e si rifornivano periodicamente con le sostanze stupefacenti in arrivo da Napoli e da Castel Volturno.

Loading...