Si è conclusa domenica 24 luglio la 1ª edizione del Festival internazionale “Enrico Caruso – città di Piedimonte Matese”

glp-auto-700x150
mywell
previous arrow
next arrow

La manifestazione è stata organizzata dall’Associazione “Enrico Caruso APS” di Caserta e Casagiove, in collaborazione con la Camera di Commercio di Caserta.

Con la direziona artistica del M° Cira Di Gennaro e dedicato al grande tenore Enrico Caruso, ha preso il via il 21 luglio 2022 con la conferenza stampa di presentazione presso l’auditorium del complesso monumentale di San Tommaso d’Aquino nella città di Piedimonte Matese, ed è proseguita con i due eventi programmati: il concerto spettacolo “Enrico Caruso… la leggenda”, svoltosi sabato 23 luglio presso il chiostro di San Domenico e il concerto “Melodie popolari” andato in scena il 24 luglio nella stessa location.

Alla conferenza stampa, moderata dall’attore e regista Nicola Alessandro Tebano, sono stati presenti, oltre ai rappresentanti dell’amministrazione locale, al presidente dell’Associazione, il giornalista Giuseppe Di Gennaro e al suo direttore artistico, il soprano e direttore di coro M° Cira di Gennaro, anche un discendente diretto del grande Caruso, Enrico Caruso jr, anche se in modalità online perché purtroppo colpito dal COVID-19.

Il concerto del 23 luglio, imperniato sull’esibizione di cantanti lirici e del coro “Armonia” dell’Associazione, diretto dal M° Cira Di Gennaro e accompagnati al pianoforte dal M° Sergio Pagliarulo, ha riscosso uno straordinario successo di critica e di pubblico, risultando, parafrasando Giuseppe Verdi che così si riferiva alla sua opera “Rigoletto”, uno dei concerti migliori messo in scena dall’Associazione “Enrico Caruso APS” durante i suoi ormai quasi venticinque anni di attività.

Durante la serata ci sono stati gli interventi dei solisti Anna Corvino e Salvatore De Crescenzo e la partecipazione straordinaria del tenore Andrea Cesare Coronella, artista molto noto a livello internazionale per aver cantato nei più grandi teatri del mondo. Un vero e proprio concerto spettacolo, con il racconto svolto dai bravissimi attori Salvatore Cembrola e Daniele Barba delle varie vicende artistiche e personali di Caruso, un vero e proprio collante tra i vari brani eseguiti, mantenendo così stretto il connubio tra musica e recitazione, una formula già realizzata in passato dagli artisti dell’Associazione che ha sempre riscosso notevole successo nel pubblico.

Durante la prima parte della serata è stato dato spazio agli interventi solistici dei vari cantanti, che hanno cantato famosi brani tratti da famose opere liriche e del genere popolare classico. La seconda parte della serata del concerto ha visto impegnato il coro “Armonia” dell’Associazione, formato da coristi professionisti e da giovani cantanti del territorio, eseguire brani di vario genere tratti dal repertorio corale operistico e celebri canzoni napoletane.

Il secondo concerto in cartellone si è svolto domenica 24 luglio e ha visto la partecipazione del gruppo folkloristico “I cantastorie di Torano” esibirsi in alcune danze caratteristiche del territorio di Piedimonte Matese e il gruppo di musicisti “Acquarello napoletano” eseguire brani classici della canzone napoletana e pop, tutti molto apprezzati dal numeroso pubblico presente.

Un festival ricco non solo di musica, ma di poesia e di teatro, che, com’era nelle previsioni, ha saputo cogliere nell’omaggio al grande tenore Caruso e nella valorizzazione degli artisti e della cultura del territorio la giusta chiave per il suo successo, suscitando molta emozione nel pubblico, in uno scenario denso di suggestione e di bellezza, già ponendo le basi per una riproposizione negli anni a seguire.