Si è dimesso il sindaco di Marcianise Antonello Velardi

Marcianise (Caserta) – Il sindaco di Marcianise Antonello Velardi ha deciso di rassegnare le dimissioni dall’incarico. Alla base della sua decisione il consiglio comunale “complicato” di ieri, durante il quale ben sette consiglieri di maggioranza (molti dei quali appartenenti allo stesso Pd) hanno lasciato vuote le proprie postazioni. A questi si è poi aggiunto l’ottavo, il consigliere Riccio, che si è allontanato dopo un battibecco.

Proprio i numeri in bilico della maggioranza registrati durante il consiglio comunale di giovedì sera hanno spinto il primo cittadino, da alcune settimane sotto scorta per le minacce subite durante il suo mandato, a prendere la drastica decisione di abbandonare la guida del Comune di Marcianise, forse per dare una scossa all’intero ambiente. Le dimissioni per legge potranno essere revocate entro 20 giorni.

Queste le amare parole di Velardi, pubblicate sui social: “Ho appena rassegnato le dimissioni da sindaco di Marcianise. La mia decisione, sofferta, non è improvvisa ma l’effetto inevitabile del clima creatosi in città. Non è un atto di viltà, ma – mi permetto di dire – di coraggio. Il coraggio delle proprie scelte. Ho cercato di dimostrare in poco più di un anno e mezzo che c’è un altro modo di amministrare; che – se si vuole – si può essere onesti e trasparenti e fare davvero gli interessi della propria comunità. Non ci sono riuscito e di questo sono molto dispiaciuto per la mia Marcianise. Sognavo un altro mondo, ho capito che inseguivo un’utopia. Grazie a tutti, grazie per il calore. Grazie anche per le critiche che ho ricevuto: aiutano a crescere. Se vi ho deluso mi scuso, più delle scuse non saprei cos’altro offrirvi. Ci tengo però a ribadirvi che non ho mai preso alcuna decisione se non rispondendo alle leggi e alla mia coscienza: così mi è stato insegnato”.

Loading...