Si è insediato il “Tavolo per lo sviluppo” del Comune di Caserta

GIORDANI
SANCARLO50-700
previous arrow
next arrow

Il “Tavolo per lo sviluppo” del Comune di Caserta si è insediato stamattina, lunedì 4 dicembre, nel corso di un incontro tenutosi presso la Sala Giunta di Palazzo Castropignano. L’iniziativa vede uniti i rappresentanti delle istituzioni, dell’impresa e del sindacato per ragionare insieme sulle prospettive di crescita del territorio della provincia di Caserta, proponendo soluzioni su alcuni dei temi più importanti che riguardano il mondo produttivo della provincia.

Il Tavolo, presieduto dal Sindaco di Caserta, Carlo Marino, in qualità anche di Presidente di ANCI Campania, ha visto presenti i deputati Gimmi Cangiano, Marco Cerreto, Stefano Graziano, Gianpiero Zinzi, la senatrice Susanna Camusso, il Presidente di Confindustria Caserta, Beniamino Schiavone, i Segretari provinciali di Cgil, Cisl, Uil e Ugl, Sonia Oliviero, Giovanni Letizia, Pietro Pettrone e Antonio Maturo. Per la Regione Campania era presente la dirigente Raffaella Farina. Impossibilitata a partecipare per motivi istituzionali la senatrice Giovanna Petrenga, che ha però condiviso tutti gli obiettivi del Tavolo, assicurando la sua partecipazione già a partire dalla prossima riunione.

glp-auto-336x280
lisandro

Il Tavolo per lo Sviluppo è stato convocato a seguito di una richiesta indirizzata da Cgil, Cisl e Uil e dal Presidente di Confindustria Caserta al Sindaco Marino nelle vesti di Presidente ANCI Campania lo scorso 3 novembre, con l’obiettivo proprio di elaborare strategie condivise al fine di innescare un virtuoso processo di sviluppo e di crescita dell’intera provincia di Caserta.

Nel corso dell’incontro di questa mattina si è convenuto di lavorare tutti insieme per rafforzare il territorio in ogni sede istituzionale, facendo sistema nel sostenere le istanze di maggiore rilievo sotto il profilo economico-produttivo e della crescita. L’idea è di guardare alle prospettive future di sviluppo, preparando proposte precise e sostenendo alcuni temi fondamentali che possono rappresentare delle leve per rilanciare il sistema economico casertano. Naturalmente, un notevole lavoro sarà dedicato alle situazioni di crisi in atto, sulle quali verrà chiesto un impegno concreto da parte della Regione Campania e del Governo nazionale, al fine di tutelare i livelli occupazionali.

“L’idea – ha spiegato il Sindaco di Caserta, Carlo Marino – non è solo di guardare al presente, con la doverosa attenzione da dedicare alle emergenze e alle crisi aziendali esistenti, ma anche e soprattutto al futuro. Tutto ciò bisogna farlo con fiducia, utilizzando al meglio le grandi potenzialità che presenta il nostro territorio, e in maniera trasversale, senza divisioni di tipo politico o partitico. Il Tavolo vuole affermare un principio: solo se siamo tutti uniti, parlamentari, amministratori locali, imprenditori, sindacati, riusciremo a favorire una ripresa del territorio, superando le divisioni e mettendo al centro solo ed esclusivamente l’interesse della nostra provincia. Oggi inauguriamo un percorso virtuoso, un tavolo che diventa permanente e che dovrà riunirsi almeno due volte al mese per analizzare la situazione del nostro tessuto produttivo e scegliere alcune opere sulle quali puntare per lo sviluppo del territorio”.

In tal senso, tutti i partecipanti all’incontro di questa mattina hanno toccato alcuni tra i temi più sentiti e che rappresentano una formidabile opportunità per la crescita di Caserta e della sua provincia, ovvero: l’ultimazione del Policlinico, la Zona Economica Speciale (ZES), i fondi del Pnrr, l’aeroporto di Grazzanise come scalo cargo e hub della logistica del Sud Italia, la digitalizzazione e la realizzazione di infrastrutture materiali e immateriali.

“Sono molto felice – ha proseguito il Sindaco Marino – di questa iniziativa: tutti noi sentiamo il dovere di fornire risposte ai cittadini e di lavorare in sinergia. Abbiamo un obbligo soprattutto nei confronti dei nostri giovani: non possiamo più accettare che vi sia un’emigrazione così massiccia da parte delle nostre migliori intelligenze. Vogliamo mettere in campo una visione comune di sviluppo del nostro territorio, svolgendo ognuno il ruolo di propria competenza. Solo così si può vincere la sfida della crescita”.

Nel corso dell’incontro, poi, è stato deciso che saranno invitati a far parte del Tavolo anche l’Asi, la Camera di Commercio e la Provincia di Caserta.