Un Ecce Homo attribuito a Caravaggio stava per andare all’asta per 1.500 euro

Il dipinto attribuito a Caravaggio (particolare), XVII secolo, olio su tela, 111 x 86 cm
Il dipinto attribuito a Caravaggio (particolare), XVII secolo, olio su tela, 111 x 86 cm

Il lotto è stato ritirato dal catalogo per ulteriori studi e approfondimenti

Il pittore maledetto non finisce mai di stupire: ieri, 8 aprile 2021, stava per essere battuto all’asta un quadro attribuito ad uno dei suoi allievi, scoperto a Madrid e salvato prima di essere venduto presso la casa d’aste spagnola Ansorena.

I misteri del pittore Michelangelo Merisi, detto Caravaggio, sembrano infittirsi sempre di più: oltre agli enigmi che hanno da sempre attanagliato la sua vita ai nostri occhi, se ne aggiunge un altro. Presso la casa d’aste spagnola Ansorena ieri stava per essere venduto un quadro attribuito al circolo di José de Ribera, un allievo del maestro Caravaggio. La tela, rinominata in vista di tale asta “lotto 229”, è stata ritirata alcune ore prima dell’evento, poiché è sorto il dubbio che in vendita stesse finendo un’opera smarrita ormai da tempo del pittore cinque-seicentesco.

La tela è buia, mostra la pennellata caravaggesca al pari dei segni dettati dall’usura del tempo e necessiterebbe di un restauro, ma al critico d’arte Vittorio Sgarbi basta poco per identificarlo. Quest’ultimo, ai microfoni della Rai, afferma: “Io lo guardo e mi rendo conto da questa energia, da questa forza, da questa presa in diretta […] che quello non può che essere il Caravaggio”.

Del resto, non tutti gli esperti concordano, ma gli indizi che la tela ritrovata presenta sono tipici di altri dipinti dello stesso artista, come, ad esempio, il manto ricorda quello della Salomè; il Ponzio Pilato che evoca il San Pietro martire della Madonna del Rosario. Inoltre vi sono anche le tracce restituite dagli archivi: un “Ecce homo” è stata commissionato a Caravaggio nel 1605.

Come accade per la maggior parte delle opere ritrovate secoli dopo la dipartita degli autori, anche questo quadro continuerà ad essere ammantato da un’aura di mistero che difficilmente potrà essere squarciata.