Sicurezza: quali opportunità con le recinzioni a pannello modulari?

Sicurezza, quali opportunità con le recinzioni a pannello modulari
glp-auto-700x150
GIORDANI
SANCARLO50-700
mywell
previous arrow
next arrow

Recintare un’area privata, un terreno o un giardino consente di acquisire un maggior grado di sicurezza, valorizzando al contempo lo spazio esterno.

Grazie a soluzioni a pannello modulari altamente personalizzabili, ciò diventa ancora più semplice, a patto di cercare prodotti realizzati con cura e che possano essere durevoli nel tempo, ma anche in linea con l’ambiente circostante.

La struttura di una recinzione modulare

sancarlolab-336-280
sancarlolab-336-280
previous arrow
next arrow

Per comprendere appieno cosa sono i pannelli per recinzioni modulari e quali vantaggi offrono è possibile rivolgersi agli esperti di Reti Rusconi, realtà specializzata con un’esperienza di oltre 60 anni nel settore.

Una recinzione modulare può essere tagliata e realizzata su misura a seconda del contesto, che sia residenziale, privato o persino pubblico. Ogni modulo avrà una misura predefinita che va ad accostarsi al successivo e non è raro che siano strutture autoportanti su suolo pianeggiante, oppure rappresentino un ulteriore supplemento su muretti o altri supporti fissi.

I materiali impiegati sono il ferro o l’acciaio zincato: se a livello di sicurezza già la presenza della recinzione può scoraggiare i malintenzionati, entrambi i materiali risultano comunque piuttosto resistenti. A livello estetico, tuttavia, può essere riscontrata una maggiore “eleganza” nei moduli in ferro, motivo per il quale si predilige nei contesti residenziali al posto dell’acciaio, che comunque resta un alleato insostituibile per giardini privati o pubblici.

Se poi si scelgono anime in alluminio o in acciaio, la manutenzione periodica sarà pressoché inesistente, in quanto si tratta dei materiali più longevi per antonomasia, anche in caso di umidità persistente e intemperie. I colori preponderanti, da poter abbinare sia a una strada asfaltata che a una zona verde, sono per l’appunto il nero antracite o il verde scuro.

Recinzioni a pannelli modulari: quali scegliere

Quando si sceglie di inserire dei pannelli modulari per aumentare la sicurezza, occorre anche verificare dunque i materiali che si prediligono, oltre che affidarsi a personale esperto che possa suggerire le misure più idonee.

Di norma, ad esempio, lo spessore dei fili che compongono i pannelli modulari è tra i 4 e i 5 millimetri e la larghezza del singolo pannello arriva anche ai 2 metri e 50. Per quanto concerne l’altezza fuori terra, anche in questo caso si valuta a seconda del terreno da recintare: ci sono pannelli che oscillano tra 1 e 2 metri per sopperire alle più svariate esigenze.

Si potrà anche scegliere come ancorare al terreno o al muretto di cinta questi pannelli, utilizzando delle piastre forate alla base delle piantane di sostegno, oppure immergendole direttamente nel cemento per un sostegno maggiore.

Le maglie delle recinzioni a pannelli possono avere configurazioni diverse, con elementi orizzontali solo verso la parte superiore, oppure alternate su tutta l’altezza del pannello. Ciò dipende molto dall’estetica che si vuole conferire al risultato finale.

La sicurezza in ogni ambito con le recinzioni a pannelli modulari

Le recinzioni a pannelli modulari delimitano quindi aree più o meno grandi, impedendo a chi si trova al di là di entrare, ma scoraggiando anche chi è all’interno: si pensi, ad esempio, alle recinzioni nei terreni in cui sono presenti animali (quindi il grado di robustezza dei materiali sarà fondamentale) oppure alle aree di gioco per bambini in ambiti protetti quali asili o zone ludiche.

In ogni caso, dal terreno o sul muretto che si pongano, i pannelli sono rapidi e facili da montare a opera dei professionisti del settore e hanno costi variabili a seconda delle finiture. Il rapporto qualità-prezzo, specie nell’intento di ricreare un’area sicura, è quindi estremamente conveniente nella stragrande maggioranza dei casi.