“Sii Saggio, Guida Sicuro” fa tappa al Centro Orafo il Tarì giovedì 31 marzo

termotecnica-2023
termotecnica-2023
previous arrow
next arrow

Giovedì 21 marzo alle ore 10:00, il Centro Orafo il Tarì di Marcianise sarà la sede della venticinquesima tappa del roadshow “Sii Saggio, Guida Sicuro“, alla presenza del presidente Vincenzo Giannotti.

La decima edizione del progetto #siisaggioguidasicuro, promosso dalla Regione Campania e attuato dall’ANCI Campania in collaborazione con l’Associazione Meridiani, ha già formato oltre 6000 studenti e ha toccato 24 tappe in tutta la regione. L’obiettivo del progetto è educare i giovani ai comportamenti responsabili e corretti per una guida sicura.

GPL-AUTO
lapagliara
lapagliara
previous arrow
next arrow

I saluti nella mattinata del 21 marzo saranno affidati al presidente del Tarì Design School Giuseppe Casillo, al sindaco del comune di Marcianise Antonio Trombetta e al sindaco di Caserta e presidente ANCI Campania Carlo Marino. Seguiranno gli interventi di Antonella Scarano, consultant dell’Associazione Meridiani e referente del progetto scuole “Sii Saggio, Guida Sicuro” UniNA, Paolo Scudieri del Gruppo Adler-Hp Pelzer, Alfonso Montella, segretario dell’Associazione Meridiani e professore di Sicurezza Stradale UniNA e presidente Cts “Sii Saggio, Guida Sicuro” e Magg. Lucio Pellegrino, comandante della Compagnia Carabinieri di Marcianise. La moderatrice dell’incontro sarà Daniela Rocca, Press Office Manager dell’Associazione Meridiani.

Nella zona di Caserta, il roadshow #siisaggioguidasicuro ha già fatto tappa in diverse città, tra cui Santa Maria Capua Vetere, Caiazzo, Cesa, Caserta e Sessa Aurunca. Venerdì, invece, l’iniziativa arriverà presso l’Istituto “Federico II” di Capua, per poi concludere il suo tour casertano al Museo Civico di Mondragone.

L’obiettivo principale di questo evento consiste nello stimolare comportamenti responsabili e corretti tra i giovani automobilisti, coinvolgendo le amministrazioni comunali sulla base dell’incidentalità registrata sulle strade di loro competenza. Gli incontri sono volti a rendere gli studenti parte attiva del progetto, offrendo loro la possibilità di esprimere la loro creatività attraverso il concorso d’idee “Inventa una soluzione per la sicurezza stradale“. I partecipanti possono presentare foto, video, disegni, canzoni e altri originali lavori artistici per concorrere al progetto. Gli studenti saranno assistiti da formatori e esperti del settore, i quali li guideranno nella realizzazione delle loro opere. La fase iniziale degli incontri e della formazione sarà seguita, come di consueto, da una manifestazione conclusiva con la premiazione degli elaborati vincitori.

Il progetto, fortemente sostenuto dal Presidente ANCI Campania Carlo Marino, ha posto l’enfasi sul problema della sicurezza stradale come emergenza nazionale. Gli incontri sono stati caratterizzati dalla partecipazione emotiva degli intervenuti, toccati dalle testimonianze dirette di coloro che hanno perso i propri cari in tragici incidenti stradali. Fra questi, il padre di Eugenio Iovino, scomparso all’età di soli 19 anni in un incidente motociclistico a Gragnano; Gianni De Prisco, che ha perso il padre Giuseppe in un tragico incidente causato da un automobilista ubriaco e ha subito postumi invalidanti permanenti; e Graziella Viviano, madre della giovane Elena Aubry, morta in un incidente stradale sulla Ostiense.

L’evento di chiusura della decima edizione avverrà l’8 maggio 2024, con la premiazione del concorso di idee “Inventa una soluzione per la sicurezza stradale” presso il Teatro Mercadante. In Piazza Municipio, con il contributo degli Enti, Fondazioni e Associazioni di categoria che collaborano al progetto, verrà allestito il “Villaggio sulla Sicurezza Stradale”, con la partecipazione di testimonial del mondo dello spettacolo, dello sport e della televisione a cura del CONI Campania, che sostiene attivamente il progetto da anni. Il linguaggio utilizzato mantiene un tono professionale e adeguato al contesto.