Una speranza per i senzatetto: accordo tra Comune e Caritas per concedere uno spazio ai bisognosi

Caserta – Le istituzioni, il mondo della chiesa e le associazioni del territorio si uniscono per offrire una speranza ai senzatetto. Prossimamente sarà messo a disposizione dei clochard che vivono nella città di Caserta uno spazio dove queste persone potranno riposarsi, lavarsi, nutrirsi e ricevere assistenza: si tratta del Centro Emergenza Territoriale (CET) di via Domenico Mondo, struttura i cui locali, bagni e docce compresi, saranno in parte utilizzati per questo nobile scopo sociale.

Questa mattina infatti nella Sala Giunta del Comune di Caserta è stato firmato un protocollo d’intesa tra l’ente di piazza Vanvitelli, la Caritas, la Croce Rossa Italiana e l’Associazione “Il Sorriso di Padre Pio”. Le quattro realtà sono state rappresentate dal sindaco di Caserta Carlo Marino, dal direttore della Caritas di Caserta don Antonello Giannotti, da Teresa Natale per la Croce Rossa Italiana e da Massimo Eliso per l’associazione “Il Sorriso di Padre Pio”.

L’amministrazione comunale oltre ad affidare i locali alla Caritas al fine di offrire riparo e sostegno ai senzatetto si impegna a contribuire alle spese che l’organismo pastorale dovrà sostenere per fornire beni di prima necessità (non solo alimenti ma anche farmaci e vestiti) e altri servizi agli ospiti della struttura. Allo stesso tempo la Caritas si impegna a svolgere a titolo gratuito le attività di assistenza nei confronti delle persone in stato di bisogno primario.

Non di minore importanza il ruolo svolto da Croce Rossa e associazione “Il Sorriso di Padre Pio”, che collaboreranno con la Caritas nelle attività di supporto alle persone bisognose, condividendo le modalità operative per sostenere gli indigenti, anche attuando sistemi di accompagnamento e superamento della grave marginalità mediante l’attivazione di percorsi di graduale “presa in carico” con il sistema di servizi sociali dei Comuni dell’Ambito C1.

“Ringrazio tutte le realtà che con noi hanno firmato il protocollo” ha detto il sindaco Carlo Marino “uno strumento importante per assicurare un aiuto concreto a chi è più debole e necessita di interventi di sostegno di primaria importanza. Il contrasto ai fenomeni di marginalità resta uno degli obiettivi principali della nostra Amministrazione”.

“Con il Comune di Caserta” ha spiegato don Antonello Giannotti “stiamo realizzando una serie di iniziative volte al rafforzamento del sistema di protezione sociale. In questo campo Caserta può vantare lo svolgimento di buone pratiche che possono essere prese a modello anche da altre realtà. Il protocollo d’intesa è un passo importante in questo senso e intendo ringraziare tutti per aver concluso un lavoro importante, iniziato già negli anni scorsi”.