Splendida esecuzione del Natale Teatralizzato eseguito dalla Damusa aps alla Reggia di Carditello

Reggia di Carditello illuminata
Reggia di Carditello illuminata | © Copyright CasertaWeb.com

Ieri sera, nella splendida cornice del Real Sito di Carditello, è stato rappresentato “Il mistero del Presepe Napoletano“, uno spettacolo ideato dall’Associazione Damusa aps, cui ha fatto da sottofondo musicale la splendida voce del soprano Francesca Paola Zaza d’Aulisio, accompagnata magistralmente all’organo dal maestro Antonio Zona.

La narrazione della storia è stata affidata ad una componente dell’Associazione, la quale ha indossato, come tutti gli altri attori, un costume settecentesco realizzato a mano. Semplice la coreografia, essenziale nei particolari, indispensabili a cogliere il messaggio profondo e solidale del Natale, con i dialoghi scritti e messi in scena dai cinque protagonisti: Maria, Stefania, il pescatore, la zingara, la levatrice.

L’annuncio della nascita di Gesù viene fatto attraverso il mistero del concepimento, il richiamo della fede che spinge il popolo ad adorare il Messia, le premonizioni della zingara e la semplicità dell’uomo di mare, simboleggiante il pescatore di anime: piccoli quadretti dipinti con i colori dei costumi e le pennellate delle pregnanti parole del racconto.

Associazione Damusa aps

Le musiche proposte hanno certamente valorizzato l’evento, seguito da un folto pubblico che riempiva la sala, innestate sul filone popolare-religioso che il presepe impersona: lo stesso significato della parola “presepe”, di derivazione latina, che significa “davanti al recinto”, ci aiuta a comprendere come la natività rappresenta un piccolo mondo di affetti che porta amore e lo dona al tempo stesso, un nucleo circoscritto che si manifesta a tutti e la cui luce viene percepita anche da lontano, come, ad esempio, è accaduto per i Magi.

Antiche Pastorali, eseguite all’organo da Antonio Zona, hanno aperto la scena iniziale, seguite poi, da “Fermarono i cieli” e “Quann nascette Ninno” di Alfonso Maria dei Liguori, “Ninna nanna” di Giuseppe Grande” ed altre dolcissime melodie natalizie eseguite dal soprano, la cui voce ha perfettamente espresso il sentimento introspettivo e delicato del messaggio del mistero della Natività, a tratti commovente.

Il clima creato dalle atmosfere musicali ha senz’altro accentuato lo spirito di raccoglimento e di unione fraterna con cui questa festa speciale accomuna tutti i cristiani, in questa difficile epoca. Un ringraziamento speciale all’Associazione Damusa aps che ha promosso l’Evento, non unico in questo periodo di festività natalizie, la cui inventiva e creatività coinvolge sia adulti che piccini.

Il Natale Teatralizzato è stato preceduto da un concerto per pianoforte della pianista Flavia Salemme, che ha eseguito il capolavoro di Hans Otte “Das Buch der Klange”.

I prossimi eventi in programma alla Reggia di Carditello sono: domenica 29 dicembre la Tombolata Borbonica, a cura del maestro burattinaio Giorgio Ferraiolo; il 4 e 5 gennaio uno  Storytelling, Concert in memoria di Lucio Battisti, a cura della rock band “Gli Uomini Celesti” ; il 6 gennaio la Befana a Carditello, a cura del maestro burattinaio Giorgio Ferraiolo.