Spunti di discussione in Serie A, cosa è successo e cosa ci aspetta domenica

Spunti di discussione in Serie A, cosa è successo e cosa ci aspetta domenica

Sabato 15 maggio abbiamo seguito le partite di calcio con grande interesse come lo facciamo da sempre quando si tratta di partite di Serie A. Non a caso, gli occhi di tutti erano puntati sulla Juventus che cercava di mantenere le speranze vive per la qualificazione alla Champions League.

La qualificazione è diventata più reale e vicina grazie alla vittoria di 3-2 contro i campioni. Comunque, ci sono alcuni punti su quali bisogna discutere. Pensate come la partita poteva andare se non veniva oscurata da diverse decisioni arbitrali piuttosto controverse. Queste decisioni non sono piaciute a nessuno e hanno lasciato entrambe le parti scontente. Se dovevamo scommettere, anche scegliendo migliori siti di scommesse sportive, non potevamo prevedere quello che arbitro avrebbe fatto.

Guardando indietro, con la mente di poi, possiamo dire che l’arbitro scelto non era giusto per una partita importante ed era piuttosto insicuro sulle proprie decisioni durante la partita. Più volte si è tirato indietro, cambiando la decisione presa. Ha assegnando due rigori nel primo tempo, ma solo dopo il richiamo VAR ad esempio.

Juventus ha visto l’arbitro Gianpaolo Calvarese assegnare due rigori per la squadra e un rigore all’Inter. Inoltre, l’arbitro ha espulso i giocatori di entrambe le squadre, Marcelo Brozovic e Rodrigo Bentancur. Era forse troppo rigoroso con Betancur? Troppo eccessivo per un corpo a corpo con Lukaku che si vedeva che non era fatto con la cattiveria. Betancurs stava prendendo velocità e non meritava il cartellino rosso. Una decisione drastica che ha sorpreso molti anche perché l’arbitro non applicava la stessa misura dura con altri giocatori. Rodrigo Bentancur ha chiuso la sua stagione in Serie A con questa decisione. Il cartellino rosso significa la squalifica per la prossima giornata. Queste decisioni hanno acceso un enorme dibattito.

Inoltre, nel comunicato ufficiale il capitano della Juve Chiellini è stato multato con 1.500 euro di ammenda per le sue proteste contro Calvarese durante la partita. Il vice allenatore dell’Inter Cristian Stellini ha dichiarato: “Gli episodi sono così chiari ed evidenti che è inutile anche commentarli”.

La tensione sullo stadio si è trasferita anche tra i giocatori ed era altissima anche alla fine della partita, quando il pareggio all’ottantatreesimo minuto è stato escluso per un fallo prima che la decisione fosse ribaltata a seguito di una revisione del VAR. Abbiamo visto la Juve recuperare subito dopo il vantaggio che aveva grazie all’assegnato rigore.

La Juventus resta quinta in classifica. Il Milan ha sprecato la possibilità di avere un posto in Champions League, che non succede dal 2013-14. Il 0-0 in casa contro il Cagliari non era per niente un risultato degno di questa squadra. Potevano fare di meglio.
Nell’ultima giornata poi affronterà una difficile trasferta contro l’Atalanta.

Eventi da non perdere questa domenica

Ci sono diverse partite in programma oggi e domani con le partite in contemporanea che desteranno più interesse: Atalanta-Milan, Bologna-Juventus e Napoli-Hellas Verona. Queste partite decreteranno i verdetti Champions League. Allo stesso orario si giocano Sassuolo-Lazio e Spezia-Roma e ci sarà anche la sfida Torino e Benevento, una sfida salvezza.
Noi abbiamo scelto di parlare di una partita che crediamo ci darà un bel spettacolo senza troppe tensioni. Parliamo di Atalanta-Milan, ma prima vediamo chi gioca nella 38° e ultima giornata di Serie A.

• Cagliari-Genoa, sabato 22 ore 20.45
• Crotone-Fiorentina, sabato 22 ore 20.45
• Sampdoria-Parma, sabato 22 ore 20.45
• Inter-Udinese, domenica 23 ore 15.00
• Atalanta-Milan, domenica 23 ore 20.45
• Bologna-Juventus, domenica 23 ore 20.45
• Napoli-Hellas Verona, domenica 23 ore 20.45
• Sassuolo-Lazio, domenica 23 ore 20.45
• Spezia-Roma, domenica 23 ore 20.45
• Torino-Benevento, domenica 23 ore 20.45

Crediamo che tutti gli occhi saranno puntati sul Gewiss Stadium quando Atalanta e Milan si affrontano nell’ultimo match della stagione. I rossoneri hanno perso due punti in un pareggio senza gol contro il Cagliari, e visto che la Juventus affronterà il Bologna alla 38 ° giornata, questa deve essere considerata una partita imperdibile per gli ospiti. Atalanta ha conquistato il suo posto in Champions League per la terza stagione consecutiva, un risultato notevole visto che il piccolo club non ha fondi che hanno diverse squadre molto più grandi.

L’entrata in Champions League è stata sigillata grazie al 4-3 in casa del Genoa, il che significa che lo scontro di domenica sarà più tranquillo e rilassato, con in ballo solo l’orgoglio della squadra. Gli ospiti vogliono questa vittoria più dei padroni di casa e prevediamo che la squadra di Stefano Pioli raccoglierà questi tre punti vitali dalla partita. Non sono previsti assenti nella squadra di casa.