Stabilimento Fib di Teverola, la Fiom Cgil: “E’ una opportunità importante per circa 800 lavoratori”

HONDALIVETOUR
SANCARLO50-700
previous arrow
next arrow

Ieri, come FIOM provinciale e regionale e CGIL Caserta, insieme alle altre Organizzazioni Sindacali siamo stati invitati a visitare lo stabilimento Fib (gruppo Seri) a Teverola, che nasce dalla reindustrializzazione di Whirpool, dopo la decisione della multinazionale
americana di dismettere la produzione di lavatrici.

“Per l’alto contenuto tecnologico e per la realizzazione di un prodotto necessario per la transizione ecologica, questo insediamento industriale che produce batterie al litio potrebbe rappresentare un’opportunità di rilancio per il territorio di Caserta.

glp-auto-336x280
lisandro

Una svolta dopo anni di incessante depauperamento industriale, soprattutto con il completamento del progetto Teverola 2 che prevede la nascita di una gigafactory capace di produrre a regime circa 9 gigawatt e di occupare complessivamente circa 800 lavoratori”, dichiara il Segretario generale FIOM CGIL di Caserta, Francesco Percuoco.

“Per la Fiom e la Cgil la presentazione del sito di Teverola, alla presenza di rappresentanti del Mimit, di Confindustria e delle Organizzazioni Sindacali confederali e di categoria, non deve essere uno sporadico episodio, ma rappresentare una volontà di avviare tra le parti un confronto continuo e virtuoso, per restituire a Caserta la sua vocazione industriale, per ritrovare una visione industriale, attraverso un piano serio di sviluppo del territorio”.

E’ la dichiarazione di Sonia Oliviero, Segretaria generale della CGIL di Caserta. “La presentazione di oggi e la prospettiva di sviluppo e crescita può essere determinante – concludono i segretariianche per trovare soluzioni concrete per tutte le altre reindustrializzazioni, che sul territorio sono state fallimentari e che mettono a rischio il futuro occupazionale di centinaia e centinaia di lavoratrici e lavoratori”.

Le Segreterie CGIL – FIOM Caserta