Stabilizzazione per 85 infermieri, oggi il concorso all’Asl di Caserta

Un giorno importante oggi, 26 gennaio, almeno per i concorsisti alla prova d’esame per infermieri dell’Asl Caserta. Questa mattina infatti era prevista la prima del prova del concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura a tempo indeterminato di 85 infermieri precari (fatti salvi eventuali incrementi, da apportare a seguito dell’approvazione del fabbisogno di personale relativo al triennio 2019-2021).

Continua l’impegno intrapreso dalla Cisl di Caserta – il commento dal sindacato – Finalmente dopo tante lungaggini burocratiche si chiude la tanto attesa vicenda della stabilizzazione. A nome di tutta la CISL calorosi auguri ai concorsisti”.

Il concorso, ricordiamo era riservato agli operatori titolari, successivamente alla data del 28/08/2015 (data di entrata in vigore della legge n. 124 del 2015), di un contratto di lavoro flessibile presso l’ASL Caserta, banditrice del concorso, e aver maturato, alla data del 31/12/2017, almeno tre anni di contratto, anche non continuativi, negli ultimi otto anni (dal 01/01/2010 al 31/12/2017), presso l’ASL Caserta o presso diverse amministrazioni del S.S.N. o presso IRCCS e IZS.

In tale requisito di anzianità era possibile sommare periodi riferiti a contratti diversi, anche come tipologia di rapporto, purché riferiti alla medesima attività.

Nel mese di dicembre 2020 l’azienda ospedaliera “Sant’Anna e San Sebastiano” era stata costretta dal Consiglio di Stato a riammettere 61 infermieri e operatori socio sanitari precari, che avevano impugnato la procedura e contestato la mancata riserva (almeno in misura del 50%) proprio per la stabilizzazione del personale precario.

Una sentenza storica del Consiglio di Stato che per la prima volta costringe e nomina un commissario ad acta che garantisca la pubblicazione di un concorso con la riserva del 50% per i precari somministrati in utilizzo presso l’Azienda Ospedaliera di Caserta inspiegabilmente esclusi.