Stadio del Nuoto di Caserta, il presidente dell’AGIS: “Piscina regolarmente aperta e riscaldata”

Stadio del Nuoto di Caserta
SANCARLO50-700
SANCARLO50-700
previous arrow
next arrow

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa dell’ente Provincia di Caserta riguardante lo stato attuale dello Stadio del Nuoto di Caserta:

Lo Stadio del Nuoto è regolarmente aperto e l’acqua riscaldata per l’intera giornata di attività. Con queste notizie si destabilizza l’utenza e si danneggiano gli esercizi presenti nella struttura”: è con queste parole che Giuseppe Guida, presidente dell’AGIS, Agenzia per la Gestione degli Impianti Sportivi Provinciali di Caserta, chiarisce lo stato di attività della piscina di via Laviano, rassicurando, dopo la recente circolazione di voci fuorvianti, tutti gli utenti.

glp-auto-336x280
lisandro

Voglio precisare – ha aggiunto – che nella giornata del 15 marzo scorso, alle ore 10.40, è stato applicato il sequestro preventivo della pompa di calore. Alle ore 19.15 dello stesso giorno è stato eseguito il dissequestro. Pertanto, non ci sono sigilli apposti né allo Stadio del Nuoto né al suddetto generatore.

Ribadisco, quindi, che la struttura è aperta e la piscina riscaldata. Va da sé, poi, che non sarebbe stato possibile garantire la fruizione dei servizi in assenza del riscaldamento dell’acqua. La pompa di calore è in funzione per 15 ore consecutive, dalle 7 del mattino fino alle 22 di sera. Durante la notte, il riscaldamento viene effettuato tramite caldaia a gasolio, in modo da mantenere l’acqua a temperatura.

Nelle more dei rilievi del sopralluogo Arpac, effettuato settimane addietro e di cui, tuttora, non risultano pervenuti, ufficialmente, gli esiti, sono già stati predisposti i lavori di insonorizzazione al fine di ridurre al minimo la diffusione esterna di eventuali rumori. Il termine degli interventi è fissato a giorni. In tal senso, l’Ente ha agito per il meglio e con piena responsabilità, proiettandosi, da subito, su obiettivi seri e risolutivi”.

Guida ha, inoltre, chiarito la sua posizione in merito alle responsabilità per inquinamento acustico:”Per quanto concerne l’indagine – ha precisato – la scelta di utilizzare un sistema ecologico, nel rispetto dell’ambiente e del territorio, che ha determinato anche un risparmio per l’Ente stesso, pari a migliaia di euro, mi mette in una condizione di assoluta serenità sotto ogni punto di vista”.