Stelle cadenti: quando sarà ancora possibile osservarle

Stelle cadenti

“Le stelle sono buchi nel cielo da cui filtra la luce dell’infinito.” (Confucio)

Secondo la tradizione, il 10 agosto è il giorno in cui il mondo intero alza il naso all’insù verso il cielo, nella speranza che una piccola scia luminosa si palesi ai propri occhi. Ma probabilmente pochi sono a conoscenza del fatto che, nonostante le stelle cadenti siano già visibili durante la notte di San Lorenzo, quest’ultima non è l’unica notte la quale permette alle persone di esprimere i propri desideri più intimi ed apprezzare uno spettacolo molto speciale.

Le cosiddette stelle cadenti che ciascuno di noi spera di vedere almeno una volta nella vita, sono uno sciame meteorico, le Perseidi, attraversato dalla Terra durante il periodo estivo nel percorrere la propria orbita intorno al Sole. Non di rado il nostro Sistema Solare è attraversato dalle comete, composte prevalentemente da ghiaccio, polveri e gas. Una di esse è la cometa Swift-Tuttle, la quale ogni 133 anni compie un’orbita completa intorno al Sole sino a raggiungere il cosiddetto perielio, ovvero il punto di minima distanza. Ad ogni suo passaggio nelle aree più interne del nostro Sistema Solare, il Sole scalda la superficie più esterna della cometa e causa lo scioglimento parziale del ghiaccio presente su di essa.

I detriti di questa cometa si depositano così lungo la sua propria orbita, generando una lunga scia di detriti.

Ogni anno dal 17 luglio al 24 agosto circa, il nostro pianeta attraversa la scia di detriti lasciati dalla cometa Swift-Tuttle, portando così la pioggia di meteore Perseidi.

Il periodo migliore in cui potranno essere osservate le Perseidi è nelle notti fra il 10 e il 14 agosto, l’intensità delle meteore inizierà ad aumentare ad inizio agosto per poi raggiungere il picco di massima visibilità il 12 agosto. Gli orari consigliati per l’osservazione sono dalle ore 22 sino a poco prima del mattino, verso le 4.

Tuttavia la visibilità delle stelle cadenti non inizia e termina in modo così netto; proprio per tale motivo è conveniente iniziare ad osservare le stelle cadenti sin dai primi giorni di agosto e continuare ad osservarle anche successivamente: vi è infatti un secondo sciame di meteore, le Delta Acquaridi, le quali iniziano a vedersi già dal 12 luglio fino al 23 agosto. Dunque i due sciami di meteore si incontreranno regalandoci delle notti ricche di stelle cadenti.