Il Teatro Comunale “Parravano” diventa il salotto culturale di Caserta

Cinzia Carlà e Ferdinando Ghidelli
Cinzia Carlà e Ferdinando Ghidelli durante un concerto nel foyer del Teatro Parravano di Caserta
SANCARLO50-700
glp-auto-700x150
previous arrow
next arrow

Nel Foyer del Teatro Comunale Parravano di Caserta la formazione musicale “Bossa Lovers Trio” ha inaugurato la rassegna “Serate al Foyer”, un’ iniziativa della GenoveseManagement con la direzione artistica di Donato Tartaglione e in collaborazione con il Teatro Pubblico Campano e il Comune di Caserta.

Con la serata di sabato sera si è dato inizio ad una serie di manifestazioni in cui gli ampi spazi del foyer del teatro casertano faranno da location a quattro giornate culturali, dal 23 al 15 maggio, con concerti dal vivo, caffè letterari, salotti giornalistici e mostre d’arte. Non solo teatro dunque , ma interessanti sconfinamenti in altri linguaggi dell’arte.

LORETOBAN1
anticheleuciane
previous arrow
next arrow

“Il Teatro Comunale si presta benissimo a questo genere di iniziative, – ha dichiarato Enzo Battarra, Assessore alla Cultura del Comune di Caserta  – anche con l’ex pretura annessa, ci sono ampi spazi al piano di sopra da utilizzare, e questo anche per vedere la città più partecipe al teatro. Abbiamo avuto bellissime stagioni teatrali negli ultimi anni, però un teatro dove vivere tutti i giorni, e direi anche per molte ore al giorno, è un’esperienza unica.”

“E’ bello ritrovarsi in questo splendido salotto pronti ad ascoltare musica di ottima qualità. L’auspicio – ha concluso l’Assessore – è che questa manifestazione sia la prima di tante altre che verranno, per rendere il Teatro Comunale Parravano un cuore pulsante della città.”

La serata dedicata alla bossa nova non ha deluso le aspettative del numeroso pubblico presente (questo primo appuntamento ha fatto registrare il tutto esaurito!). E non poteva essere altrimenti, vista la caratura artistica dei tre musicisti presenti: Adriano Guarino, Ferdinando Ghidelli e Cinzia Carlà.

Gianni Genovese e Donato Tartaglione

Adriano Guarino chitarrista, strumentista polivalente, arrangiatore, compositore e autore riconosciuto quale eccellenza nel panorama internazionale musicale, prima chitarra di Peppino di Capri da oltre 25 anni. Ferdinando Ghidelli chitarrista e scrittore, musicista di navigata esperienza rock, blues, jazz vanta numerose e importanti collaborazioni artistiche e matura ulteriori successi musicali dedicandosi allo studio della “pedal steel guitar” divenendo il primo steeler italiano invitato al Tsga show di Dallas. Cinzia Carlà autrice e cantante dalla voce di garbata suadenza, con esperienze musicali trentennali che spaziano dalla musica popolare al coro polifonico, alla musica leggera, all’easy jazz per giungere alla bossa nova di cui si innamora perdutamente.

Il trio è stato affiatato ed in perfetta sincronia da subito, cosa non facile nel “live” e, ancor più, nell’improvvisazione. I brani sincopati e simpaticamente ritmici hanno messo in evidenza la bravura nell’incrociare i temi, tra il basso e la chitarra e tra loro e lo “scat” della vocalist, Cinzia Carlà, come un rincorrersi ed alternarsi continuo di passaggi virtuosi e fantasiosi di una stessa cellula musicale.

La loro comunicazione attenta di cenni e sguardi sintonizzata in impercettibili momenti di precisione, hanno trasferito al pubblico quella giusta atmosfera sudamericana che, con il calore e l’emozione che essa stessa emana, hanno reso le esecuzioni calde e coinvolgenti, tanto da evocare luoghi e tempi legati al grande Jobim.

Alla serata musicale hanno fatto da splendida cornice le opere del giovane Daniele Lizambri che, con le sue tele, riesce a raccontare le emozioni, le sofferenze  e i turbamenti del triste momento storico che stiamo vivendo. Un tratto netto, pulito ma non privo di sfumature, che magnetizza lo sguardo dell’osservatore e lo coinvolge in un turbinio di emozioni.

Il secondo evento della rassegna “Serate al Foyer” è per sabato 7 maggio con “Kethane Gipsy Dance – Le Gitane del Vesuvio”. Nel pomeriggio ci sarà un workshop di danza Gipsy con Carmen Famiglietti.