Tecnologia e disabilità, tavolo di confronto al CIRA di Capua con CNR, Confindustria ed AISLA

SANCARLO50-700
SANCARLO50-700
previous arrow
next arrow

Capua – Il CIRA (Centro Italiano Ricerche Aerospaziali) ha organizzato una giornata di discussione e confronto sul tema “Ricerca, Tecnologia e Disabilità: come le frontiere dell’ingegneria possono aiutare a superare le sfide delle disabilità motorie”. Il tavolo di confronto è organizzato in collaborazione con il CNR (Consiglio Nazionale delle Ricerche) e con Confindustria, sotto l’egida del Ministero dell’Università e della Ricerca e con il Patrocinio di Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica (AISLA).

La ricerca sui materiali e la progettazione di sistemi avanzati possono migliorare la costruzione di protesi e ortesi più leggere, resistenti e funzionali, così come nuove tecnologie di sensori e di imaging satellitare possono essere utilizzate per monitorare l’accessibilità e supportare la navigazione e la mobilità delle persone con disabilità motorie.

glp-auto-336x280
lisandro

Sono solo alcune delle sfide che la ricerca e le tecnologie ingegneristiche possono raccogliere per offrire soluzioni innovative utili ad alleviare i disagi delle disabilità motoria: perché il fine imprescindibile del progresso è quello di custodire e proteggere la dignità della persona e della vita.

“La ricerca aerospaziale e in generale la cultura dell’innovazione hanno il compito di promuovere il miglioramento della vita dell’essere umano, anche in termini di qualità della vita stessa e di superamento di sfide della disabilità.– Afferma Antonio Blandini, Presidente di CIRA – Il confronto di oggi, nella strada di Paolo Annunziato, vuole proprio porre all’attenzione i problemi e delineare possibili soluzioni”.