Il TEDx Marcianise Zoom In Zoom Out al Centro Commerciale Campania

La notte del TEDx Marcianise, andata in scena ieri sera dalle 22 al Centro Commerciale Campania di Marcianise ha offerto molti spunti di discussione per i 100 spettatori dell’arena e i migliaia collegati da tutto il Mondo.

Diversi gli argomenti trattati dai 9 speaker protagonisti sul palco. Uno zoom sul Sud, sull’asse Reggia di Caserta/Reggia di Carditello, è stato il punto centrale dell’intervento della storica dell’Arte Antonella Diana, intitolato la forza generatrice dell’arte.

La dirigente della Reggia di Caserta ha messo in parallelo due storie, quella della collezione Terrae Motus, nata dal gallerista Lucio Amelio dopo il terremoto del 1980, in virtù proprio della forza generatrice dell’arte e quella della Reggia di Carditello, una straordinaria opera architettonica, esempio di rinascita e di incantevole poesia, acquistata dallo Stato.

“Se Carditello scompare – ha detto – è la sconfitta di tutti noi, perché è un esempio importante per il nostro territorio, per il quale si auspica il completo recupero agricolo e ambientale.

Occorre portare nel futuro la nostra storia, il futuro è qui, parte da Carditello”. La Diana ha messo in evidenza anche la storia del compianto Tommaso Cestrone, l’angelo di Carditello, il primo a credere nella rigenerazione di un’opera architettonica così importante.

Un altro campano, Flavio Farroni, ingegnere meccanico, dottore di ricerca dei sistemi meccanici, ha raccontato la nascita della Start Up nell’ambito della sua Università che lo ha portato a collaborazioni importanti, tra cui quella con Ferrari Spa.

Una delle prime tre start up di maggiore successo degli ultimi anni, con soli 5 membri.

“Abbiamo creato un algoritmo per il mondo delle corse che simula il comportamento degli pneumatici in gara tenendo conto in maniera innovativa di temperatura dell’asfalto, usura della gomma, mescola e rugosità della strada. Siamo arrivati in Formula E in moto GP”.

Il rapporto ‘esasperato’ con il mondo dei social è stato al centro degli interventi dell’autore e giornalista Giorgio Cappozzo e del senior digital marketing Alessio Carciofi. I loro interventi sul boom di Facebook del 2008 e l’esasperato uso degli smartphone, sono stati molto apprezzati.

Alessandro Virgili, coordinatore di Protezione civile, ha parlato della percezione del rischio per la riduzione dei disastri.

“Pur vivendo – ha detto – in un territorio fragile come quello italiano e campano, la percezione del rischio è estremamente bassa, sebbene ci sia un potenziale catastrofico tra i più alti del Mondo, pr disastri naturali e antropici“.

Virgili si è soffermato anche sulla situazione degli edifici scolastici italiani, molti dei quali non a norma.

La psicologa salernitana Giovanna Celia ha affrontato un argomento delicato: Il coraggio di essere felici.

“Più saremo flessibili, attenti e dinamici – ha affermato – e più sapremo creare le condizioni migliori per la nostra felicità. L’elemento che fa da ponte per farci superare gli ostacoli e renderci felici è il coraggio”.

Gli altri interventi sono stati a cura di Paul Greenberg – Autore dei best seller “Four Fish”, “American Catch” e “The Omega Principle; Antonio Cesare Iadarola, designer, la sua ricerca analizza pratiche emergenti per la progettazione di ambienti di lavoro collaborativo e la chef Semsa Denizsel che ha illuminato la platea sull’attaccamento alla terra (food is geography), e ui prodotti di qualità e dell’agricoltura sostenibile e a chilometri zero.

Il team che ha prodotto e ideato il Tedx Marcianise, im collaborazione con il Centro Commerciale Campania è il seguente: Angela Marcello, Antonia Marcello, Valeria Scalò, Francesco Cimmino e Valerio Borgianelli Spina.