Tensioni alla Dussmann Service. Nunzia Russo (Ugl Caserta) : “Non siamo figli di un dio minore”

La Ugl Igiene Ambientale di Caserta ha proclamato lo stato di agitazione presso il cantiere Dussmann Service di Marcianise dove la multinazionale opera come ditta appaltatrice in un noto stabilimento di bevande gassate dell’area industriale.

“La misura è colma, siamo stanchi di essere trattati come lavoratori di serie B e di subire perenni discriminazioni” ha dichiarato la dirigente provinciale Nunzia Russo. “Manifestiamo con forza il nostro disappunto rispetto alla incomprensibile gestione dei carichi lavorativi e nel contempo denunciamo una scellerata suddivisione del monte ore tra gli addetti e le continue incongruenze sulle retribuzioni. E’ trascorso fin troppo tempo da quando abbiamo inoltrato regolare richiesta di incontro per discutere delle molteplici anomalie che si susseguono tutti i giorni, ma la dirigenza aziendale fa spallucce e rimanda sistematicamente gli appuntamenti già fissati. Il metodo di scelta della forza lavorativa interinale, convocata senza convocare la nostra Organizzazione” ha concluso la sindacalista “ha fatto saltare il tappo”.

“In questa vicenda abbiamo interessato il Segretario Nazionale della categoria Roberto Favoccia” ha continuato il componente della Segreteria Territoriale Ciro De Vita. “A malincuore ci tocca segnalare ancora una volta che si sceglie la strada dell’indifferenza a scapito del dialogo, è ora che la Dussmann Service si faccia carico dei reali problemi lavorativi dei suoi dipendenti”.