Terminata la Festa del Cioccolato, scattano le polemiche: “La Reggia di Caserta al buio, persa un’occasione di promozione turistica”

Una tre giorni all’insegna della dolcezza quella dei Chocolate Days a Caserta iniziata venerdì 29 e conclusasi domenica 1 dicembre.

Chiusi gli stand, il via vai festoso delle persone, il traffico a piazza Margherita, resta da considerare un bilancio non proprio vincente. Non che sia stato un flop, ma come al solito potevamo fare meglio in termini organizzativi.

Certamente il periodo di brutto tempo di venerdì e domenica con l’unica eccezione della bella giornata di sabato 30, non aiuta mai, la gente però, volenterosa di novità e iniziative ha comunque popolato la piccola piazza della Flora che ospitava la manifestazione.

Peccato però, come segnalano anche i cittadini sui social, per una piazza Carlo III di Borbone completamente buia, così come la Reggia, facciata spenta, come a volersi rendere invisibile.

E qui una considerazione nasce per forza, se Caserta e la Reggia si facessero da sponda l’un l’altra quanto più facile sarebbe attirare qui dei flussi turistici importanti?

Non ha giovato sicuramente, per chi arriva da fuori, non poter approfittare passeggiando tra gli stand, della visione maestosa del nostro meraviglioso Palazzo Reale, Caserta non ha approfittato di  un’occasione di promozione turistica e il monumento vanvitelliano non ha contribuito certamente a “fare festa” in città.

Così fioccano le valutazioni negative da parte dei visitatori e dei cittadini stessi:

Secondo voi è normale – sottolinea una per tutte, Maria Letizia Desiderio dalla pagina facebook del movimento di cittadinanza attiva Ciochevedoincitta –  che mentre a viale Douhet c’e una “specie” di festa del cioccolato, la facciata di Palazzo Reale patrimonio dell’Unesco con la piazza antistante,  sia completamente al buio? Buio pesto, oltretutto anche molto pericoloso.

Abbiamo una delle piazze più grandi d’Italia e non viene sfruttata come si dovrebbe. Nessuno ha pensato ad esempio a mettere delle luminare ovunque, anche la facciata della Reggia con giochi di luce sarebbe fantastica, fare spettacoli ecc…

Possibile che si organizzino pullman per andare a vedere le luminarie a Salerno, Gaeta addirittura e a Caserta non siamo capaci di organizzare nulla, neanche i bidoni della spazzatura in occasione di una sottospecie di festa. Incredibile”.

Vi lasciamo con questa non proprio dolce considerazione.

Loading...