Ternana troppo forte, la Casertana si piega al Liberati

Raicevic e Rosso (Foto Giuseppe Scialla)
Raicevic e Rosso (Foto Giuseppe Scialla)

Troppo forte la Ternana per la Casertana. Troppo cinica e spietata la squadra di Lucarelli capace di colpire, e affondare, la Casertana negli unici due momenti a vuoto del primo tempo in cui la squadra di Guidi non aveva di certo demeritato. La ripresa poi è stata un monologo della capolista, brava a colpire per spezzare ogni velleità di rimonta della Casertana. Decidono la doppietta di Partipilo, che contro la formazione rossoblù spesso va a segno, e le reti di Furlan, Raicevic e Peralta. Di Konatè la rete della bandiera per la formazione rossoblù che non serve ad attutire un passivo davvero pesante. Per le “Fere” un altro passo avanti verso quella promozione che sembra nessuno potergli negare.

Cinque vittorie nelle ultime sei gare, con quindici punti conquistati sui diciotto disponibili e una classifica che finalmente ha assunto sembianze “meno scomode”; imbattuti da ventuno gare di campionato, primo posto in classifica e con la voglia di consolidare il primato dopo la sconfitta di ieri del Bari in casa contro la Viterbese. Se da un lato la Ternana si gioca il classico match point, dall’altro la Casertana ha la fiducia e la voglia di continuare a stupire. Senza pubblico, e questo è il vero peccato di questa giornata visto il gemellaggio quarantennale tra le due tifoserie, Ternana – Casertana promette spettacolo. In casa rossoverde Lucarelli non fa turnover: fuori De Fendi per infortunio e Salzano, sulle corsie esterne di difesa agiranno Laverone e Frascatore, a metà campo invece Damian lascia il posto a Proietti, in avanti invece toccherà a Raicevic prendere il posto di Vantaggiato quale unico terminale offensivo. In casa rossoblù Guidi deve fare a meno di Castaldo e Bordin infortunati e Buschiazzo squalificato: scelte dunque che ricadono, soprattutto nella fase offensiva su Cuppone che agirà quale centrale nel tridente offensivo completato da Turchetta e Rosso, mentre in difesa tocca a Polito, più votato alla fase difensiva, prendere il posto di Hadziosmanovic.

Ternana che parte a testa bassa, provando a schiacciare da subito i falchetti nella propria metà campo e al 2’ è Partipilo a provare a sorprendere Avella con una conclusione sul primo palo, ma il portiere rossoblù è attento e blocca in presa bassa. La risposta della Casertana, che messi da parte i timori iniziali, arriva al 9’ con una conclusione di Izzillo, imbeccato da Turchetta, che si perde di poco alta dalla porta difesa da Iannarilli.  Al 17’ è Raicevic che prova la conclusione da distanza ravvicinata, ma Avella, appostato sul primo palo, non si lascia sorprendere.  Al 20’ è Santoro a chiamare Iannarilli alla risposta con una punizione dal limite, su cui il portiere di casa è costretto ad allungarsi per mettere in angolo. Al 27’ la Ternana trova la rete del vantaggio: Raicevic addomestica una palla a centroarea, serve Falletti il cui tiro improvviso trova la respinta di Avella, il più lesto è Furlan che non ha difficoltà nel tap-in.  Al 31’ la Ternana trova il raddoppio: traversone di Frascatore a trovare sul lato opposto Partipilo, stop di petto dell’ex Francavilla e tiro improvviso che passa sotto le gambe di Del Grosso e beffa Avella sul primo palo. Uno – due devastante della capolista che frastorna la Casertana apparsa in partita fino al gol di Furlan. Al 42’ è Kontek a sprecare la palla del 3-0, quando imbeccato da Levarone di testa da buona posizione mette alto sopra la traversa. Al 43’ la Casertana si riaffaccia dalle parti di Iannarilli: assist di Rosso per Cuppone che dall’interno dell’area piccola preferisce la soluzione di destro che si perde malamente a lato.  Al 46’ la Casertana trova, meritamente la rete: angolo di Santoro, uscita non perfetta di Iannarilli, e Konatè è bravo ad impattare di testa e a depositare la palla in rete. È il gol che da speranze alla formazione rossoblù, che ha pagato due battute a vuoto che hanno reso in salita il cammino della squadra di Guidi in questa prima frazione di gioco, in cui ha giocato alla pari della capolista.

Ad inizio ripresa, Lucarelli toglie dal campo Palumbo, ammonito e abbastanza in difficolta nel primo tempo, inserendo in campo Salzano che nell’ultima gara di campionato si era adattato da esterno sinistro in difesa. Al 48’ la Ternana ristabilisce le distanze: palla recuperata da Frascatore che serve Falletti nel corridoio giusto, l’attaccante uruguagio invece di provare la conclusione a rete, serve l’accorrente Partipilo che con una conclusione precisa deposita la sfera nell’angolo alto della porta di Avella. Al 58’ la Ternana trova il poker: assist di Lavarone per Raicevic che “scappa” alle spalle di Konatè e Carillo e con un tocco preciso brucia in uscita Avella. Al 66’ la Casertana si fa vedere dalle parti di Iannarilli, con una conclusione improvvisa di Matos che lambisce il palo e termina a lato. All’84’ la Ternana affonda l’ennesimo colpo della serata: palla intercettata da Partipilo a metà campo che si invola verso la porta di Avella prima di cedere la sfera a Peralta che non ha difficoltà a depositare la sfera in rete. Di fatto la gara finisce qui: Ternana che si conferma un rullo compressore e capace di attendere il momento opportuno per andare in rete; Casertana invece che dopo un buon inizio di gara è crollata sotto i colpi degli avanti rossoverdi.

TERNANA (4-2-3-1): Iannarilli; Laverone, Boben, Kontek, Frascatore (79’ Mammarella); Proietti (70’ Paghera), Palumbo (46’ Salzano); Partipilo, Falletti (62’ Peralta), Furlan, Raicevic (70’ Ferrante). A disp. Vitali, Russo, Suagher, Damian, Vantaggiato, Torromino, Onesti. All. Lucarelli

CASERTANA (4-3-3): Avella; Polito, Konate, Carillo, Del Grosso (62’ Rillo); Icardi (62’ Matese), Santoro, Icardi; Rosso (79’ Longo), Cuppone (62’ Matos), Turchetta (62’ Pacilli). A disp. Dekic, Zivkovic, Hadziosmanovic, De Lucia, Varesanovic, De Sarlo. All. Guidi

Arbitro: Eduart Pashuku di Albano Laziale

Assistenti: Stefano Lenza di Firenze e Stefano Del Santo Spataru di Siena

Quarto Ufficiale: Simone Galipò di Firenze

Reti: 27’ Furlan (TR), 31’ Partipilo (TR), 46’ Konatè (CE), 48’ Partipilo (TR), 58’ Raicevic (TR), 84′ Peralta (TR)

Ammoniti: 26’ Santoro (CE), 32’ Palumbo (TR)

Recupero: 1T 2′; 2T 2′