Terra dei Fuochi e scuola tra virus e guerra, i temi della seconda puntata de Il Monito con Giorgio Magliocca

il Presidente della Provincia di Caserta, Giorgio Magliocca e Suor Rita Alfieri
“Non esiste una sola Terra dei Fuochi, esistono tante Terra dei Fuochi in tutto il territorio nazionale, invece si è voluto etichettare un territorio rispetto a una problematica che è nazionale. Il problema, purtroppo, esiste ancora in Campania come nel resto d’Italia ma c’è ancora tanto da fare”.
Così Giorgio Magliocca, presidente della Provincia di Caserta, nel corso della puntata de Il Monito che andrà in onda domani sera 1 aprile alle 22.30 su Tv Luna (canale 14 digitale terrestre in tutta la Campania) e in replica sabato 2 aprile alle 21.
Rispondendo alle domande di Rosa Criscuolo, che è anche autrice del format, e Lorenza Licenziati, Magliocca ha poi ricordato che l’emergenza pandemica ha messo a dura prova il sistema sanitario regionale: “In alcuni casi sono stati adottati dei provvedimenti che sono andati a svantaggio della popolazione – ha affermato -.
In provincia di Caserta la situazione è stata migliore rispetto alle altre province grazie all’ottimo lavoro del direttore generale Asl che ha fatto rete con tutte le istituzioni, coinvolgendoci nelle scelte, cosa che è mancata sul piano regionale”.
Suor Anna Monia Alfieri, docente ALTIS Università Cattolica di Milano, ha affrontato il tema della scuola tra lockdown e conflitto russo-ucraino: “Avevamo creduto che saremmo tornati alla normalità, invece ci siamo resi conto che siamo passati da una emergenza pandemica a una bellica – ha spiegato la docente -.
A farne le spese ancora una volta la scuola, che è ripartita a singhiozzo e ha visto acuite le differenze tra nord e sud. In Campania la didattica a distanza ha escluso i poveri e i disabili, così come in Puglia e in Sicilia, mentre non è stato così nelle regioni del nord. C’è bisogno di accordi tra scuole paritarie e scuole pubbliche per rimettere la scuola in piedi”.