Terra di Lavoro, Terra di Colonie: l’Unità per la Pace duratura. Incontro dibattito alla Chiesa di Lourdes

Ferdinando Ghidelli e Annalisa Messina
SANCARLO50-700
SANCARLO50-700
previous arrow
next arrow

Ferdinando Ghidelli, Scrittore e Musicista, presenterà il suo saggio storico “L’Unità d’Italia a Caserta e dintorni

Venerdì 22 Marzo 2024, alle ore 18:30, presso la Sala Convegni-Oratorio della Chiesa Nostra Signora di Lourdes, guidata da Don Antonello Giannotti, si svolgerà un interessante incontro-dibattito di Cittadinanza Attiva di cui è Referente la Prof.ssa Matilde Pontillo.

Il tema centrale del dibattito riguarderà la questione civica “Terra di Lavoro, Terra di Colonie: l’Unità per la Pace duratura“. Parteciperanno all’evento vari cittadini di diverse età e background culturale, come studenti, giovani e adulti, al fine di offrire una visione multiculturalista e inclusiva del problema.

lapagliara
sancarlolab-336-280
previous arrow
next arrow

In particolare, verrà esaminata l’importanza dell’Unità d’Italia alla luce della revisione dell’art.116 della Costituzione e della legge sull’Autonomia Differenziata.

Momento centrale dell’evento sarà l’intervento del Prof. Ferdinando Ghidelli, Scrittore e Musicista, che presenterà durante la serata il suo saggio storico “L’Unità d’Italia a Caserta e dintorni“, pubblicato dalla prestigiosa casa editrice Graus Edizioni.

Attraverso l’accurata analisi e lo studio attento dei documenti, l’autore del saggio ci riporta le parole realmente espresse dai briganti durante i loro interrogatori, fornendo al lettore una prospettiva più complessa e articolata sulla struttura organizzativa di queste “comitive” e dei loro rapporti con i comuni.

L'UNITA' D'ITALIA A CASERTA E DINTORNI“La mia ricerca – ha dichiarato Ferdinando Ghidelli – e’ partita  proprio dall’analisi dei recenti cambiamenti costituzionali che hanno portato poi alla legge sull’autonomia differenziata. Ho cercato , pertanto,  di   comprendere  il percorso  storico- politico della nostra terra cogliendo l’altra faccia dell’Unità d’Italia  proprio in Terra di Lavoro e a Caserta  e rievocando  le vicende personali sia di importanti che di umili famiglie, oltre che mettendo in evidenza la netta differenza di orientamento politico tra classi abbienti e classi meno benestanti: le prime favorevoli al nuovo governo e le seconde al vecchio regime”.

Ferdinando Ghidelli e Annalisa Messina

L’autore sarà accompagnato dalla meravigliosa voce della cantante Annalisa Messina, la quale, accompagnata dalle note della chitarra suonata dallo stesso Ferdinando Ghidelli, eseguirà brani originali sulle tematiche del brigantaggio e della cultura popolare, di cui entrambi gli artisti vantano una vastissima e approfondita esperienza.

“In questo nostro percorso civico – ha dichiarato Don Antonello Giannotti – abbiamo avuto modo di verificare che la possibilità di incontro e di lavoro in team e’ stato costruttivo per la risoluzione di  questioni pratiche finalizzate alla rinascita non solo della Comunita’ Acquaviva ma dell’intera città di Caserta. Attraverso un lavoro pratico sistematico,vogliamo praticare una sostanziale uguaglianza mediante una reale conversione etica   al fine di contrastare le povertà presenti sul territorio, partendo dai bisogni sociali con ricadute tangibili e risultati positivi misurabili”.

Il referente dell’iniziativa è la dottoressa Matilde Pontillo, che, sotto la guida instancabile di Don Giannotti, sta attualmente portando avanti con successo il percorso civico annuale “FORMARE per la rinascita del quartiere“.

“Per attivare un pensiero libero e costruttivo”

“Auspichiamo – ha chiosato Matilde Pontillo – una pratica di corresponsabilita’ nel rispetto dell’autonomia di ciascuno, tra le Istituzioni del territorio, le Associazioni di categoria  e quanti tengono a cuore il miglioramento della citta’ attraverso la programmazione partecipata, l’informazione diretta e chiara, la comunicazione circolare e condivisa , al fine di attivare un pensiero libero e costruttivo”.

Tale progetto si basa sull’analisi comparata della Costituzione Italiana, della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, dell’Agenda ONU 2030 per lo Sviluppo Sostenibile, della Laudato Sì e della Laudatum Deum.

L’azione di sistema e’ condivisa dal Responsabile tecnico dell’Oratorio, il giovane attore di Fabbrica Woytjlia, Luigi Smimmo, Responsabile Tecnico dell’Oratorio,  e da Vittorio Picariello  Referente del gruppo del Circolo ” Laudato Si’ Madre Terra”.

Tutte le tematiche affrontate sono in linea con il tema principale: il contrasto alla povertà educativa, sociale, culturale ed economica.