Terza giornata di “Ultimo Ballo in Maschera” il 3 novembre al “Giordano Bruno” di Maddaloni

SANCARLO50-700
delpicar700
ENJOY1
previous arrow
next arrow

Maddaloni – Il tempo di chiudere una serata che già ne è pronta una nuova con la II° edizione della rassegna “«Ultimo Ballo in Maschera» ritorno e presenza sul territorio”. Non più tardi di qualche giorno fa annunciavamo la seconda serata della rassegna di sabato 29 ottobre 2022 allorquando presso la monumentale sede del Convitto Nazionale Statale “Giordano Bruno” si concretizzava la programmazione in scaletta con la presentazione della personale “Salotto d’artista” del maestro Wladimiro Cardone a cura di Michele Schioppa e con relatore il maestro Michele Letizia (ideatore della rassegna).

Da qui le presentazioni dei libri “Il Convento e la Chiesa di S. Francesco D’Assisi di Maddaloni” (di Antonio Pagliaro e Michele Schioppa), “Ricordo di Mons. Pietro De Felice” (di Antonio Barchetta e Michele Schioppa), “Dal Matese all’Europa sul SENTIERO ITALIA” (di Giulia d’Angerio e Carlo Pastore) e la Performance musicale del Coro dell’Associazione Culturale Musicale Onlus “A. Barchetta” con la direzione del Maestro Antonio Barchetta e al pianoforte Prof. Ciro Ferrigno.

Il Coro composto da 24 elementi suddiviso in quattro sezioni. Soprano, Tenori, Contralto e Bassi. La Voce Solista è stata la Soprano Marisa Caccavale, mentre la direzione è stata affidata al Maestro Antonio Barchetta. Sono stati eseguiti tre brani per coro lirico dalle opere di Giuseppe Verdi: “Coro di Crociati e Pellegrini” da “I Lombardi alla prima Crociata” (O Signore dal tetto natio), “La Vergine degli Angeli” da “La forza del destino” con la Soprano Solista Marisa Caccavale e “Và, pensiero” da “Nabucco”.

Tra gli ospiti della serata l’assessore Gennaro Cioffi a nome dell’amministrazione comunale di Maddaloni, don Edoardo Scognamiglio e il Maestro prof. Vincenzo Elefante.
Si ricorda che la presentazione delle serate è affidata a Lucia Grimaldi mentre le riprese audiovisive sono a cura di Franco Trifirò e gli scatti fotografici di Michele Pagliaro.

Quella che si prospetta a seguire sarà la mattinata del 3 novembre 2022 dalle ore 10.00 alle 13.00 con giornata straordinaria della rassegna dedicata a “MAZZINI” con un notevole coinvolgimento del Convitto Nazionale Statale “Giordano bruno” di Maddaloni e dei suoi allievi e docenti della scuola secondaria di primo grado. Si terrà la presentazione del libro di DANILO BRUNO, cultore del Risorgimento, che ha rivisitato un celebre testo di Giuseppe Mazzini, “I DOVERI DELL’UOMO” con le letture a cura di Lia Giribone.

Al tavolo saranno presenti; Danilo Bruno autore, Lia Giribone, Michele Letizia, Maria Latino docente, Giuseppe Vozza editore.

Per questa edizione straordinaria in particolare si ringrazia il dott. Rocco Gervasio, Rettore del Convitto, i docenti, il personale tecnico-amministrativo, i collaboratori tutti, l’associazione U.N.A.C., gli ospiti e soprattutto gli allievi del Convitto che sono la forza motrice di ogni Idea.

Segue una dichiarazione dell’autore Danilo Bruno: «Non è semplice ricostruire un pensiero lineare in Mazzini poiché egli nella sua vita scrisse moltissimo e per persone diverse nei tempi e nei luoghi per cui spesso mutava il linguaggio a seconda delle persone a cui si rivolgeva.

In realtà chi era Mazzini? Egli fu un educatore poiché per tutta la vita puntò sull’educazione popolare e fondò pure una scuola a Londra, per i bambini e le bambine emigrate. Fu un giornalista, un uomo politico, uno studioso di letteratura e musica e potrebbe essere definito “un sociologo” poiché egli ipotizzò le caratteristiche di una società radicalmente nuova, che doveva nascere dall’impegno e dall’assunzione di responsabilità di tutte le persone.

Mazzini riteneva, infatti, che la liberazione e l’unità potessero venire solo da un moto rivoluzionario di popolo cosciente e non dall’intervento di forze straniere, com’era stato un tempo, poiché era terminata quella che Mazzini chiamava “la stagione dei diritti”, promossa dalla Rivoluzione Francese, per puntare ad avviare un percorso educativo, che portasse tutte le persone a divenire coscienti delle proprie responsabilità e agire conseguentemente.

Di tutto ciò e soprattutto del ruolo dell’Italia, che doveva trovare il proprio ruolo in Europa, puntando sulla cultura e sulla formazione di una nuova coscienza, volta alla nascita di un concetto di cittadinanza attiva europea si parla nei “DOVERI DELL’UOMO” ove si individuano due sessi: maschile e femminile con una natura profondamente diversa e complementare ma soprattutto con i medesimi doveri e i medesimi diritti».

Nei prossimi giorni, e anche dopo l’evento, contributi anche fotografici e curiosità saranno disponibili nella pagina social dedicata https://www.facebook.com/ultimoballoinmaschera. Si allegano alcuni scatti della serata del 29 ottobre 2022.

Dunque non resta che rinnovare l’invito per la terza giornata della rassegna “«Ultimo Ballo in Maschera» prevista per giovedì 03 novembre 2022 dalle ore 10.00.

Gli organizzatori, i collaboratori e i partners (si allega al presente comunicato elenco dettagliato) ringraziano quanti interverranno.

Per aggiornamenti si rimanda alla pagina social https://www.facebook.com/ultimoballoinmaschera o mail a ultimoballoinmaschera@gmail.com.