Toni Servillo a Capua apre il festival di chi ama il cinema

Il Teatro Ricciardi apre le porte a “Capua Film Fest” e Francesco Massarelli incontra Toni Servillo

Lo storico Teatro Ricciardi apre laPorta del Sud al cinema nella città luogo della lingua. La sala inaugurata nel lontano 1932 con Pirandello torna ad essere arena per la collettività grazie ad una scelta cinematografica d’avanguardia. Lunedì 23 settembre 2019 alle ore 21,00 Toni Servillo inaugura il primo appuntamento di Capua Film Fest – dialoghi d’autore.

L’evento a cadenza mensile promuove arte e creatività sul territorio attraverso la parola, l’ingegno e la curiosità per “il cinema di chi ama il cinema”. Con la direzione artistica di Francesco Massarelli prende forma un contenitore d’essai che osa e predilige le scelte di qualità.

L’attore casertano reduce dal festival del cinema di Venezia con “5 è il numero perfetto” arriva a Capua con la pellicola del primo film di Igor Tuveri (in arte Igort). Il fumettista di fama internazionale mostra una Napoli piovosa degli anni ‘70 vista attraverso lo sguardo misterioso e senza morale del killer Peppino Lo Cicero. A rendere il film un cult moderno è la presenza nel cast di Valeria Golino, la donna in attesa e Carlo Buccirosso, il boss drammatico. La città desolata segna la storia di un guappo – interpretato da Servillo – che costretto dagli eventi, torna in azione con impermeabile e pistola alla mano. Con i saluti in sala di Toni Servillo e la partecipazione straordinaria di Vincenzo Nemolato interprete del ruolo di Mr Ics, Capua film fest – dialoghi d’autore riprende un format che da anni il direttore artistico casertano condivide con il pubblico di un Cinema che va oltre la visione e si fa conoscenza del processo di creazione artistica.

“La parola dialogo è tra le più belle e necessarie del nostro vivere ed almeno una volta al mese, al Teatro Ricciardi, vogliamo che sia il cinema l’oggetto dei nostri dialoghi, il catalizzatore di emozioni e passioni condivise con autori ed attori” confessa Francesco Massarelli. L’idea realizzata è promossa dalla preziosa collaborazione del Teatro Ricciardi con Capua luogo della lingua festival e Circolo dei lettori di Capua – cose d’interni libri . Per info e prenotazioni è possibile consultare il sito https://www.teatroricciardi.it Il biglietto è acquistabile anche on line al costo di 6 auro.